• Mondo
  • giovedì 12 aprile 2018

Kevin Spacey è indagato in California per molestie sessuali

L’attore Kevin Spacey è indagato a Los Angeles, in California, per molestie sessuali. L’indagine riguarda le accuse fatte nei suoi confronti da un uomo che dice di essere stato molestato a West Hollywood, in California, nel 1992. Spacey è già indagato a Londra, nel Regno Unito, per molestie sessuali verso tre uomini, tra il 2005 e il 2008. Un portavoce di Spacey si è rifiutato di commentare la notizia.

Spacey ha 56 anni e negli ultimi mesi del 2017 è stato accusato da diversi uomini di molestie sessuali. Tutto è cominciato con un’intervista a BuzzFeed dell’attore Anthony Rapp, che aveva accusato Spacey di averlo molestato nel 1986, quando Rapp aveva 14 anni e Spacey 26. Spacey si era scusato, aveva detto di non ricordare la molestia e aveva approfittato dell’occasione per fare coming out, in una scelta molto criticata dalla comunità LGBT (ma difesa da altri). Nei giorni successivi, altri uomini avevano accusato Spacey di molestie: le accuse più gravi erano arrivate da attori molestati durante il periodo in cui Spacey era direttore artistico dell’Old Vic, un teatro di Londra, e da otto persone che avevano lavorato sul set di House of Cards, reso a loro parere «tossico» dal comportamento di Spacey, che cercava di toccarli in modo inappropriato e faceva battute pesanti verso i giovani attori. Netflix, che produce House of Cards, decise di conseguenza di interrompere i propri rapporti con Spacey.

Kevin Spacey alla première europea di "Baby Driver", nel giugno del 2017 (Tim P. Whitby/Getty Images for Sony Pictures)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.