• Mondo
  • giovedì 5 aprile 2018

C’è un nuovo Telepass europeo che vale anche in Francia, Spagna e Portogallo

Funziona come un normale Telepass ma si può usare anche all'estero: le cose da sapere

Mauro Scrobogna / LaPresse

Telepass, il marchio che gestisce la riscossione elettronica del pedaggio sulle autostrade italiane, ha comunicato di avere attivato un “Telepass Europeo” che offre lo stesso servizio di un normale Telepass anche in Francia, Spagna e Portogallo (e vale comunque anche in Italia). Oltre al pedaggio autostradale, il Telepass Europeo permetterà di pagare alcuni parcheggi nei paesi coperti dal servizio, come già era possibile fare in Italia. Telepass parla di «400 parcheggi in città europee, tra cui Parigi, Madrid e Barcellona».

Come funziona, quanto costa e le altre informazioni utili

Chi è già cliente Telepass può richiedere l’attivazione di Telepass Europeo in uno qualsiasi dei punti vendita Punto Blu lungo le autostrade italiane (dove riceverà anche il nuovo dispositivo, che è diverso dal tradizionale). Chi non è cliente Telepass dovrà sottoscrivere un contratto Telepass Family chiedendo il dispositivo europeo. Telepass Europeo ha «un costo di attivazione di 6 euro e un canone aggiuntivo di 2,40 euro, solo nei mesi in cui viene varcata la frontiera. L’importo del pedaggio estero sarà fatturato e addebitato sul proprio conto corrente insieme al pedaggio italiano e con le stesse modalità».

Il servizio di Telepass Europeo è stato realizzato da Telepass insieme alle società concessionarie autostradali francesi APRR e AREA e a Pagatelia, società spagnola di riscossione automatica dei pedaggi. L’anno scorso Telepass aveva già attivato il dispositivo per i mezzi pesanti Telepass Eu, che oltre che in Italia riscuote pedaggi anche in parte delle reti autostradali di Francia, Spagna, Portogallo, Polonia, Austria e Belgio.

Mostra commenti ( )