• Mondo
  • domenica 25 Febbraio 2018

Il Partito comunista cinese ha proposto di eliminare il limite di due mandati per il presidente

Il Partito comunista cinese ha proposto di cambiare la Costituzione togliendo l’attuale limite di due mandati come presidente della Cina, cosa che permetterebbe all’attuale presidente Xi Jinping di rimanere al potere indefinitamente. Lo ha detto l’agenzia governativa di stampa Xinhua ma, come spesso accade, ha aggiunto pochi dettagli su eventuali tempi e modi con cui il limite dei due mandati potrebbe essere eliminato. Xinhua ha scritto che la proposta è stata fatta dal comitato centrale del partito e che riguarda anche l’incarico da vicepresidente. Per diventare effettiva dovrà essere approvata dal parlamento.

Xi ha 64 anni, è segretario del partito comunista dal 2012 e presidente dal 2013. Al momento la costituzione cinese prevede che un presidente possa restare in carica per un massimo di due mandati, ognuno dei quali della durata di cinque anni. Xi sarà formalmente rieletto per un secondo mandato a marzo; nell’ottobre 2017 è invece iniziato il suo secondo mandato come capo del partito e delle forze armate.

Il presidente della Cina (KHAM/AFP/Getty Images)