• Sport
  • martedì 20 febbraio 2018

Il Manchester City ha perso contro una squadra di terza serie, ed è successo di tutto

La squadra più forte d'Europa è stata eliminata dalla FA Cup fra espulsioni, invasioni di campo e risse

L'attaccante del Manchester City Sergio Aguero circondato da tifosi del Wigan al termine del quinto turno di FA Cup (Gareth Copley/Getty Images)

Contro ogni previsione lunedì sera la squadra del Wigan, che milita nella terza serie del campionato inglese, ha sconfitto 1-0 la capolista della Premier League, il Manchester City allenato da Pep Guardiola, nel quinto turno della FA Cup, la prestigiosa coppa nazionale inglese. In una serata parecchio concitata, una piccola squadra della Serie C inglese è riuscita quindi nell’impresa di eliminare dalla competizione il City, ritenuta la squadra più forte d’Europa in questa stagione.

È sembrata una partita del vecchio calcio inglese, giocata in un ambiente molto teso, con falli, risse, espulsioni e ancora risse fra giocatori, allenatori e tifosi, durante la partita e dopo il fischio finale, sugli spalti e in campo. Al Wigan è bastato un tiro in porta a dieci minuti dalla fine per vincere la partita, cosa che non è riuscita a fare il City nonostante i 27 tiri realizzati nel corso dei novanta minuti di gioco. In questo modo la squadra di Guardiola ha già fallito uno dei suoi tre obiettivi principali di questa stagione, la vittoria della FA Cup.

Sergio Aguero con le mani fra i capelli dopo un gol sbagliato (Gareth Copley/Getty Images)

Al DW Stadium di Wigan, città di 80.000 abitanti posta tra Liverpool, Preston e Manchester, la squadra di casa è riuscita a difendersi a oltranza e resistere alla continua pressione del Manchester City per tutta la durata della partita. La difesa del Wigan, che per ampi tratti di partita è stata composta dall’intera squadra dietro la linea del pallone, ha retto gli attacchi del City anche grazie alle parate del suo portiere, il ventiduenne Christian Walton, e ai molti errori individuali degli attaccanti del City. Per la squadra di Guardiola la partita ha iniziato a prendere una brutta piega nei secondi finali del primo tempo, quando l’arbitro Anthony Taylor ha espulso il terzino Fabian Delph per un’entrata di gioco scomposta.

🖥 Gli highlights della partita con il commento di Fox Sports

Da quel punto la partita è diventata molto nervosa, anche a bordo campo, dove Guardiola e l’allenatore del Wigan Paul Cook hanno iniziato a battibeccare continuamente. Gli attacchi del City sono continuati anche nel secondo tempo, nonostante l’inferiorità numerica, ma sono andati continuamente e letteralmente a sbattere contro i giocatori del Wigan. A dieci minuti dal termine, su un contropiede portato avanti dall’attaccante nordirlandese Wil Grigg, il Wigan è riuscito a segnare l’unico gol dell’incontro, che il City non ha più recuperato.

William Grigg con i tifosi del Wigan entrati in campo dopo la vittoria (Michael Regan/Getty Images)

Ai più il nome di Will Grigg non dice niente, ma chi ha qualche ricordo degli Europei in Francia dovrebbe ricordarsi di quel coro dei tifosi dell’Irlanda del Nord che nei giorni del torneo si sentiva un po’ ovunque e che diceva “Will Grigg’s on fire / your defence is terrified” (“Will Grigg è in gran forma, la tua difesa è terrorizzata”). Il coro fu inventato proprio da un tifoso del Wigan, che poco prima degli Europei caricò su YouTube un video in cui provava alcuni nuovi cori per celebrare Grigg.

Al fischio finale dell’arbitro, la sicurezza del DW Stadium non è riuscita a impedire l’invasione di campo di un centinaio di tifosi del Wigan, i quali non hanno lasciato il tempo ai giocatori di uscire dal campo, compresi quelli del City. Alcuni di loro sono andati a infastidire Sergio Aguero, attaccante e capitano del City, che ha reagito dando inizio a una piccola rissa con pugni e spinte.

Sugli spalti, invece, i tifosi del City hanno iniziato a staccare alcuni cartelloni pubblicitari per lanciarli in campo, verso gli steward e contro gli agenti di polizia entrati per contenere l’invasione dei tifosi. A bordo campo, nel frattempo, ci sono stati accesi litigi tra gli staff tecnici delle due squadre, continuati anche nel tunnel che collega agli spogliatoi.

Si è concluso così il percorso del Manchester City in FA Cup, mentre il Wigan ora andrà a giocare i quarti di finale contro un’altra squadra di Premier League, il Southampton. Per il City di Guardiola, in testa alla Premier League con il titolo già in tasca e tra le favorite per la vittoria della Champions League, la terza sconfitta da inizio stagione le impedirà di competere per la vittoria, e nel caso, di centrare il double (Premier League + FA Cup) o il triplete (Premier League + FA Cup + Champions League). In Inghilterra, oltre alla Premier League, rimane la Coppa di lega, che però è meno rilevante dalla FA Cup.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.