• TV
  • giovedì 8 febbraio 2018

Festival di Sanremo 2018: la classifica della seconda serata

Si riferisce ai voti espressi dalla giuria della sala stampa, ed è piuttosto diversa da quella stilata martedì sera

ANSA/ETTORE FERRARI

Dopo la classifica del Festival di Sanremo diffusa martedì, che si basava sulla giuria demoscopica, ieri sera è stata mostrata una seconda classifica riferita ai giudizi della giuria della sala stampa. È un’altra classifica parziale, perché i punteggi raccolti dai 20 artisti della categoria principale, “Campioni”, sono influenzati solo per il 30 per cento dal voto dei giornalisti e per un altro 30 per cento dal voto della giuria demoscopica (che comprende 300 fruitori di musica scelti per essere rappresentativi della popolazione): il restante 40 per cento è costituito dai voti espressi dai telespettatori di Sanremo attraverso il televoto.

Nella classifica della seconda serata di Sanremo, i “Campioni” sono stati divisi in tre diverse categorie, a partire dai voti espressi dalla giuria dei giornalisti: c’è una classifica alta per chi è andato meglio, una centrale e una bassa per chi è andato peggio. Una nuova classifica verrà stilata stasera raggruppando gli artisti che non si sono esibiti ieri.

Classifica alta
Diodato e Roy Paci – “Adesso”
Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico – “Imparare ad amarsi”
Ron – “Almeno pensami”

Classifica Centrale
Le Vibrazioni – “Così sbagliato”
Annalisa – “Il mondo prima di te”
Decibel – “Lettera dal Duca”

Classifica Bassa
Nina Zilli – “Senza appartenere”
Elio e le Storie Tese – “Arrivedorci”
Red Canzian – “Ognuno ha il suo racconto”
Renzo Rubino – “Custodire”

Nella “classifica alta” della prima serata di Sanremo c’erano Annalisa, Lo Stato Sociale, Max Gazzé, Ermal Meta e Fabrizio Moro, Nina Zilli, Noemi e Ron. Nella “classifica centrale” c’erano Luca Barbarossa, Elio e le Storie Tese, Giovanni Caccamo, Mario Biondi, The Kolors e Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico. Nella “classifica bassa c’erano Red Canzian, Decibel, Diodato e Roy Paci, Enzo Avitabile e Beppe Servillo, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, Le Vibrazioni e Renzo Rubino.

Dopo che domani si saranno esibiti gli altri dieci concorrenti del Festival di Sanremo, venerdì saliranno sul palco di nuovo tutti e venti, per cantare una versione rivisitata dei propri pezzi insieme ad altri ospiti. La differenza principale di questa edizione del Festival è che non ci saranno cantanti eliminati di serata in serata: tutti arriveranno a sabato sera, quando verrà stilata una nuova classifica e verranno esclusi automaticamente tutti gli artisti sotto al terzo posto. Chi vincerà lo spareggio tra i primi tre classificati sarà il vincitore del Festival di Sanremo.

Mostra commenti ( )