Forza Nuova: «Oggi noi ci schieriamo con Luca Traini»

Il partito neofascista ha detto di non voler lasciare solo il 28enne che ha sparato a sei persone africane nell'attentato razzista di Macerata

Roberto Fiore, leader di Forza Nuova. (ANSA/GIUSEPPE LAMI)

In un comunicato sull’attentato compiuto dal 28enne neofascista Luca Traini a Macerata, nel quale sono state ferite sei persone africane, il partito neofascista Forza Nuova ha detto di schierarsi con Traini, aggiungendo di volergli pagare le spese legali e di impegnarsi a «non farlo sentire solo e a non abbandonarlo». Il comunicato, riportato da diversi giornali, dice:

Sarà politicamente scorretto, sarà sconveniente, in campagna elettorale nessuno farà un passo avanti, ma oggi noi ci schieriamo con Luca Traini. Il ragazzo marchigiano arrestato poche ore fa con l’accusa di aver ferito degli immigrati. Questo succede quando i cittadini si sentono soli e traditi, quando il popolo vive nel terrore e lo Stato pensa solo a reprimere i patrioti e a difendere gli interessi dell’immigrazione. Mettiamo a disposizione i nostri riferimenti per pagare le spese legali di Luca, a non farlo sentire solo e a non abbandonarlo. Già ci immaginiamo le condanne dell’Anpi, degli antifascisti vari e di chi serve la causa della sostituzione etnica. Già sentiamo lo sdegno dei palazzi e dei salotti tv. Noi invece abbiamo nelle orecchie il pianto straziato della famiglia di Pamela e il grido di rabbia di un’Italia che vuole reagire e non morire d’immigrazione.

Le sei persone ferite provengono da Nigeria, Ghana e Mali, e forse una dal Gambia. Traini ha sparato dalla sua auto contro luoghi che sapeva essere frequentati da migranti, secondo i giornali in relazione alla morte di Pamela Mastropietro, 18enne romana il cui corpo smembrato è stato ritrovato a Macerata lo scorso 31 gennaio, e per la quale è stato arrestato il 29enne nigeriano Innocent Oseghale.

Traini era stato candidato alle elezioni amministrative del 2017 nel comune di Corridonia, con la Lega Nord. Quando è stato arrestato aveva al collo una bandiera tricolore, e ha fatto il saluto fascista. Sulla tempia destra ha un tatuaggio che sembra essere una “zanna di lupo”, un antico simbolo storicamente associato al nazismo, e durante le perquisizioni a casa sua sono state ritrovate una bandiera con la croce celtica e una copia del Mein Kampf di Adolf Hitler.

Forza Nuova è un partito neofascista che esiste dal 1997, e il cui leader è Roberto Fiore. Alle elezioni politiche del prossimo 4 marzo si è presentato insieme a Movimento Sociale – Fiamma Tricolore e altri movimenti di estrema destra con il simbolo “Italia agli italiani”.

Mostra commenti ( )