• Mondo
  • mercoledì 27 dicembre 2017

Gli Stati Uniti hanno annunciato sanzioni economiche contro due funzionari nordcoreani che lavorano al programma missilistico di Kim Jong-un

Gli Stati Uniti hanno annunciato sanzioni economiche contro due funzionari nordcoreani che lavorano al programma missilistico del dittatore Kim Jong-un. È un atto perlopiù simbolico che prevede che i due funzionari non possano fare affari con cittadini statunitensi e blocca qualsiasi proprietà che i due abbiano negli Stati Uniti. I nomi dei funzionari sono Kim Jong-sik e Ri Pyong-chol: il primo è considerato uno dei responsabili degli sforzi della Corea del Nord per cambiare il tipo di combustibile usato per i missili (da liquido a solido), mentre il secondo è uno dei principali responsabili dello sviluppo dei missili balistici intercontinentali (ICBM), quelli progettati per colpire potenzialmente gli Stati Uniti. Dalle fotografie diffuse dalla Corea del Nord pare che sia Kim Jong-sik che Ri Pyong-chol siano molto vicini a Kim Jong-un.

L’annuncio di queste sanzioni arriva dopo la decisione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite di aumentare le sanzioni nei confronti della Corea del Nord in risposta all’ultimo test missilistico effettuato nel paese il 28 novembre.

Ri Pyong-chol (Korean Central News Agency/Korea News Service via AP)

Kim Jong-un, il 23 dicembre 2017 (AFP/Getty Images/KCNA)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.