(Chip Somodevilla/Getty Images)

Trump ha detto a un gruppo di ricchi che li ha appena fatti diventare più ricchi

Da settimane insisteva che la sua riforma fiscale fosse rivolta alla classe media

(Chip Somodevilla/Getty Images)

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, sta trascorrendo le vacanze in quella che lui chiama la “Casa Bianca invernale”: cioè uno dei suoi club privati a Mar-a-Lago, in Florida, dove l’iscrizione costa 200mila dollari a persona e le spese annuali 14mila. Venerdì sera ha cenato nel ristorante del club e, secondo due persone che erano sedute nel tavolo vicino a lui, ha detto ai presenti:

«Siete appena diventati ancora più ricchi»

Trump si riferisce alla riforma fiscale appena approvata dal Congresso, che ha tagliato molto le tasse sulle grandi aziende e le persone più ricche. Uno studio indipendente e credibile sostiene che l’anno prossimo la riforma farà pagare meno tasse a otto americani su dieci, ma i tagli sono grandi e permanenti sulle persone già molto ricche e sugli imprenditori, in base alla convinzione – su cui gli economisti oggi hanno molti dubbi – secondo cui solo i più ricchi sono in grado di generare ricchezza e benessere diffuso. I tagli sulla classe media sono più piccoli, scadranno tra qualche anno e rischiano di essere vanificati dall’aumento delle spese sanitarie che sarà provocato da un’altra parte della riforma. Finora Trump aveva sempre negato che la sua riforma avvantaggiasse i ricchi, continuando a descriverla come una misura rivolta alla classe media.

Nella categoria degli avvantaggiati ovviamente è compreso anche lo stesso Trump, le cui aziende beneficeranno degli ampi tagli alle tasse sugli immobili (su cui Trump basa la sua ricchezza). Anche la portavoce alla Casa Bianca, dopo giorni di pressione dei giornalisti, ha ammesso che le aziende del presidente «potrebbero» beneficiare della manovra.