(ANSA / CIRO FUSCO)

Tajani sul suo possibile futuro da presidente del Consiglio

Milena Gabanelli gli ha chiesto cosa farà se Berlusconi gli chiederà di candidarsi, lui è stato elusivo come al solito

(ANSA / CIRO FUSCO)

Sul Corriere della Sera la giornalista Milena Gabanelli ha intervistato Antonio Tajani, il presidente del Parlamento Europeo: di lui si parla da mesi come della persona che Silvio Berlusconi potrebbe scegliere come presidente del Consiglio, nel caso il centrodestra vincesse le elezioni. Alla domanda sulla questione di Gabanelli, Tajani ha risposto elusivamente, evitando di smentire la possibilità ma limitandosi, come già aveva fatto in passato, a dire che il candidato di Forza Italia è Berlusconi:

Si candida alla presidenza del Consiglio?
«No, non lo ho chiesto, nessuno me lo ha chiesto e io sto benissimo qua».

Se Berlusconi glielo chiedesse?
«Berlusconi stia tranquillo che io non mi candiderò. Il mio progetto è far contare di più l’Italia in Europa».

Tajani in pratica ha detto che non si candiderà autonomamente alle elezioni politiche del 2018, e che finora nessuno gli ha chiesto di farlo. Non ha però detto che non sarebbe interessato a un’eventuale richiesta di Berlusconi, e ha aggiunto che il suo piano è quello di «far contare di più l’Italia in Europa».

Berlusconi non può fare il presidente del Consiglio, per la condanna in via definitiva a 4 anni di reclusione per evasione fiscale nell’ambito del processo Mediaset. Questa settimana la Corte europea dei diritti dell’uomo ha iniziato ad esaminare il ricorso di Berlusconi, e potrebbe eventualmente annullare l’interdizione dai pubblici uffici: Tajani ha detto di credere che andrà così.