La Russia aiuterà il Venezuela a risolvere il suo enorme indebitamento

La Russia aiuterà il Venezuela a ristrutturare parte del suo debito per una cifra pari a 3,15 miliardi di dollari, cosa che dovrebbe lasciare qualche margine di manovra in più al paese sudamericano soprattutto nei confronti degli altri paesi con i quali ha debiti. L’accordo prevede che il Venezuela effettui pagamenti “minimi” sulle sue obbligazioni russe nel corso dei prossimi sei anni. Nel complesso, il Venezuela ha debiti verso l’estero per 140 miliardi di dollari e alcune agenzie di rating hanno iniziato a dichiarare il paese insolvente. Il ministro delle Finanze venezuelano, Simon Zerpa, ha spiegato che intende ristrutturare il debito e uscire dalla crisi economica, ma non ha fornito molti dettagli sul suo piano. Oltre alla Russia, il Venezuela può contare da tempo sugli aiuti della Cina, interessata al petrolio venezuelano. Il paese sudamericano è tra i più grandi esportatori di petrolio, ma a causa della riduzione dei prezzi della materia prima e di politiche poco lungimiranti da parte del governo deve affrontare una situazione economica ormai critica.

Il presidente venezuelano Nicolás Maduro (AP Photo/Ariana Cubillos)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.