• Italia
  • mercoledì 15 novembre 2017

Fabio Massimo Castaldo, europarlamentare del M5S molto filo-russo, è stato eletto vicepresidente del Parlamento Europeo

Fabio Massimo Castaldo, europarlamentare del Movimento 5 Stelle, è stato eletto nuovo vicepresidente del Parlamento Europeo. La sua nomina si era resa necessaria per le dimissioni di Alexander Graf Lambsdorff, che poche settimane fa è stato eletto al Parlamento tedesco. Grazie alla nomina di oggi, Castaldo è diventato il membro del Movimento 5 Stelle con la più alta carica al Parlamento Europeo. Finora l’unica eurodeputata del M5S a cui era stata affidata una carica istituzionale era Laura Ferrara, vicepresidente della commissione Giustizia.

Castaldo ha 32 anni, è nato a Roma ed è noto soprattutto per le sue posizioni filo-russe. Da anni critica pubblicamente le sanzioni economiche alla Russia, viene spesso intervistato dall’edizione italiana di Sputnik – la potente agenzia di stampa controllata dal governo russo che diffonde notizie false online – e a marzo è stato fra i pochi europarlamentari a fare visita al dittatore siriano Bashar al Assad. Dopo la sua visita ha messo in dubbio la responsabilità di Assad nell’attacco col gas sarin nella città di Khan Shaykhun, attribuita alle forze del governo siriano dall’ONU e dai principali giornali internazionali. Il Movimento 5 Stelle ha detto che l’elezione di Castaldo è «un riconoscimento al lavoro serio e credibile del M5S a tutti i livelli».