• Mondo
  • mercoledì 1 Novembre 2017

La Corte Suprema liberiana ha sospeso il ballottaggio delle elezioni presidenziali previsto per il 7 novembre

La Corte Suprema liberiana ha sospeso il ballottaggio delle elezioni presidenziali previsto per il 7 novembre per valutare alcune accuse di irregolarità sulle votazioni del primo turno, che si sono tenute il 10 ottobre. Le accuse sono state avanzate dal candidato arrivato terzo, Charles Brumskine. Il primo turno è stato vinto dall’ex calciatore del Milan e Pallone d’Oro George Weah, che ha ottenuto il 38 per cento dei voti. Al secondo posto è arrivato l’attuale vicepresidente liberiano Joseph Boakai, col 28 per cento. Brumskine – che ha preso il 9 per cento dei voti – ha accusato il governo di «irregolarità estese e sistematiche» ai seggi. Non è ancora chiaro se la Corte Suprema riuscirà a dirimere la questione entro il 7 novembre, scrive Reuters.

(CRISTINA ALDEHUELA/AFP/Getty Images)