(Da "Thor: Ragnarok")

Il ripassone su tutti i film Marvel che vi serve prima di vedere “Thor: Ragnarok”

È uscito ieri, e lo sappiamo che non vi ricordate tutto-tutto dei 16 che sono arrivati prima

(Da "Thor: Ragnarok")

Thor: Ragnarok, in Italia dal 26 ottobre, è il 17° film dell’universo cinematografico Marvel. Tra quei film, è il terzo su Thor (dopo quelli del 2011 e del 2013) e il sesto in cui compare Thor. Fa parte della “Terza fase” dei film del Marvel Cinematic Universe (MCU) e arriva dopo Spider-Man: Homecoming e prima di Black Panther, che uscirà nel 2018. Sì, è un gran casino. Uno magari vuole solo vedersi un film e invece si trova in mezzo a un intricato racconto decennale. Sono sedici film. Il primo è uscito nel 2008. E magari un paio ve li site pure persi. Ma di Thor: Ragnarok parlano davvero bene – «Eccitante e divertente; e, risate a parte, è una vivace avventura cosmica che alza l’asticella dei film su Thor, e di tutti gli altri film del MCU», ha scritto Rotten Tomatoes – e quindi abbiamo pensato di mettere un po’ d’ordine e ricostruire le cose più importanti da sapere.

Qui avanti, un rapido ripasso di cosa diavolo sia un universo cinematografico, di come sia fatto quello Marvel e di cosa sia questa Terza fase. Poi, le cose essenziali da sapere sui 16 film usciti fin qui. E di quelli che usciranno da qui al 2020.

Le basi

Un universo cinematografico è un immenso contesto spazio-temporale in cui sono ambientate tante storie tra loro collegate. Nel senso che il personaggio di un film vive nello stesso mondo di quello di un altro: magari si incontrano, e le azioni di uno in un film non possono essere dimenticate in quello successivo. Dentro un universo cinematografico una storia particolare può anche finire, ma ce ne sono altre che – ammesso che il pubblico sia interessato – possono iniziare in un film, andare avanti in un altro e così via. Il MCU è finora l’universo cinematografico più compiuto e di successo. È iniziato con Iron Man e, per farla facile, ne fanno parte tutti i personaggi dei fumetti Marvel.

Nella cosiddetta Prima fase, finita nel 2012 con The Avengers, sono state messe le premesse per i personaggi principali e il contesto in cui agiscono. Nella Seconda fase – da Iron Man 3 a Ant-Man, uscito nel 2015 – sono stati presentati nuovi personaggi e sono soprattutto state esplorate le relazioni tra i vari Avengers, la super-squadra di supereroi dei film Marvel. Con Captain America: Civil War, uscito nel 2016, è iniziata la Terza fase, quella in cui, tra le altre cose, gli Avengers iniziano a litigare. Thor: Ragnarok fa ancora parte della Terza fase, che dovrebbe finire nel 2019 con un film sugli Avengers di cui ancora non si sa il titolo.

Ma, dicevamo, iniziò tutto con Iron Man, nel 2008.

1. Iron Man (2008)

È il secondo meglio recensito su Rotten Tomatoes, subito dietro a Thor: Ragnarok. Ed è anche quello costato di meno. C’è Tony Stark – miliardario, simpatico, figo (interpretato da Robert Downey Jr.) – che fa soldi vendendo armi. Lo rapiscono. Per liberarsi lui costruisce una super armatura. Ci lavora un po’, la perfeziona e la usa per combattere i cattivi. Tony Stark diventa Iron Man. Il cattivo è Jeff Bridges. Gwyneth Paltrow è Pepper Potts: è la segretaria di Tony Stark. Si piacciono ma si fanno le battutine senza dirsi che si piacciono. Alla fine Iron Man vince contro il cattivo e Nick Fury – Samuel L. Jackson con la benda sull’occhio – parla a Stark degli Avengers.


2. L’incredibile Hulk (2008)

È quello che ha fatto meno soldi in giro per il mondo. Hulk è Edward Norton. La versione mostro-verde dello scienziato Bruce Banner, che diventa Hulk per colpa di strane radiazioni. Il cattivo è Tim Roth. Banner è innamorato di Betty Ross, interpretata da Liv Tyler. Ma trasformarsi in un terribile energumeno verde è tra quelle cose che complicano una relazione. Hulk alla fine vince, ma Banner decide di andare a vivere lontano da tutti, che ha paura di far danni. Alla fine-fine si vede che Stark si interessa alla questione, per reclutare Hulk negli Avengers.

3. Iron Man 2 (2010)

Stark non vende più armi: ora che è Iron Man combatte i cattivi per il governo degli Stati Uniti. Il cattivo più cattivo degli altri è interpretato da Mickey Rourke. Ad aiutare Stark ci sono Vedova Nera (Scarlett Johansson) e War Machine (Don Cheadle). Iron Man e War Machine vincono. Alla fine si vede un martello in mezzo al deserto. Sarà un indizio di qualcosa?

4. Thor (2011)

Il martello era di Thor. Thor è Chris Hemsworth. Il cattivo – secondo molti il migliore di tutti i film Marvel – è Loki, interpretato da Tom Hiddleston. Loki e Thor sono fratelli, e sono alieni. Vivono ad Asgard e Thor sta per diventarne re. Ma Loki è geloso. Succedono cose e Thor viene esiliato sulla Terra. Gli piace e si innamora pure di una terrestre. Poi torna ad Asgard per combattere Loki. Finisce che Nick Fury prova a reclutare Thor e Loki inizia a fare un pensierino riguardo la Terra. Ok, forse Thor qui ha fatto un casino.

5. Captain America – Il primo Vendicatore (2011)

È il 1942. C’è la Seconda guerra Mondiale e Steve Rogers (Chris Evans) è un americano che vorrebbe andare a combatterla. Ma lo scartano perché troppo fragile. Lo reclutano però per un esperimento segreto e lo trasformano nel super soldato Capitan America. Gli dicono che deve sconfiggere il cattivo di turno: Teschio Rosso, capo dell’HYDRA, una specie di sezione segreta di ricerca e sviluppo dei nazisti. Rogers ce la fa, ma finisce praticamente ibernato. Lo ritrovano 70 anni dopo in tempo per noi che andiamo al cinema. Nick Fury gli fa la solita proposta di combattere i cattivi. Il film è pieno zeppo di riferimenti ai precedenti film Marvel. Si parla ad esempio di Tesseract, un potentissimo oggetto – che contiene un’immensa energia e pare possa esaudire ogni desiderio di chi lo controlla – che si era già visto in Thor.

6. The Avengers (2012)

È quello che ha incassato di più. La super-squadra degli Avengers è fatta da Iron Man e Capitan America (che non sembrano starsi per niente simpatici), Hulk, Thor, Vedova Nera e Occhio di Falco che è interpretato da Jeremy Renner ed è bravissimo con l’arco. Il cattivo è Loki: vuole prendersi la Terra e per farlo ha un esercito alieno. Gli Avengers si concentrano su ciò che li unisce e non su ciò che li divide e vincono, nella battaglia di New York. Si scopre però che c’è Thanos, un cattivo ancora più cattivo di tutti gli altri.

7. Iron Man 3 (2013)

È il primo film della Fase 2. I cattivi sono Ben Kingsley e Guy Pearce (è un po’ più complicata di così, ma può bastare per i fini generali) e Tony Stark si scopre debole e deve salvare Pepper (e la Terra) senza tutta la super-tecnologia di Iron Man. Ce la fa. Alla fine c’è una scena in cui in una specie di seduta dallo psicologo racconta a Hulk quel che è successo.


8. Thor: The Dark World (2013)

È quello che in genere è piaciuto meno. Il cattivo si chiama Malekith ed è molto potente. Per sconfiggerlo, Thor ha bisogno di Loki, che era tenuto prigioniero. I due fratelli fanno pace e sembra che Loki muoia per sconfiggere Malekith e salvare Thor, il mondo, l’universo. Ma nei film e nei fumetti non è mai detto che qualcuno che sembra morto sia davvero morto. Figuratevi nei film tratti da fumetti. Infatti Loki è sopravvissuto. Alla fine arriva un altro cattivo: il Collezionista (Benicio Del Toro).

9. Captain America: The Winter Soldier (2014)

I cattivi sono Sebastian Stan e Robert Redford. Captain America scopre che c’è una complicata cospirazione (si parlò del film come di una spy story, oltre che di un film d’azione) e, grazie anche all’aiuto di Vedova Nera, la ferma. La complicata cospirazione è, in breve: quelli per cui lavorava erano in realtà dell’HYDRA.


10. Guardiani della Galassia (2014)

Di nuovo nello Spazio. È uno di quelli che sono piaciuti di più, con tanti personaggi nuovi, simpatici e con una grande alchimia e con una notevole colonna sonora. La storia del film è quella di un gruppo di criminali e poco-di-buono che si mette insieme per combattere i cattivi. Il capo della banda è Peter Quill (Chris Pratt). I cattivi sono, tra gli altri, Thanos e il Collezionista. Si capisce per bene che le cose che contano davvero nel MCU sono le Gemme dell’Infinito. Il Tesseract è una; ma ce ne sono altre. La sintesi estrema è: meglio che le abbiano i buoni, e meglio che un cattivo non riesca ad averle tutte.


11. Avengers: Age of Ultron (2015)

Super-squadra, di nuovo. Il cattivo è Ultron, che è un’entità creata per sbaglio da Tony Stark che si è messo a fare cose con una di quelle gemme. I nuovi acquisti della squadra sono i gemelli Pietro e Wanda Maximoff e Visione. Anche Visione è “un’entità”: un essere superiore e non umano. Però, pare, buono. Alla fine del film si vede che Iron Man e Capitan America iniziano ad avere grosse divergenze e che Thanos non ne può più e decide che forse è il caso di smetterla di delegare e darsi da fare in prima persona per le Gemme dell’Infinito. È il film dell’universo Marvel che è costato di più.

12. Ant-Man (2o15)

Letteralmente “uomo formica”: una persona che grazie a una speciale sostanza può diventare delle dimensioni di una formica, mantenendo intatta la sua forza muscolare e riuscendo anche a controllare altre formiche grazie a uno speciale elmetto. Poi impara a diventare molto più piccolo e molto più grande e si fa notare dagli Avengers, che sono sempre in cerca di rinforzi.

13. Captain America: Civil War (2016)

Inizia la Fase tre. Qualcuno parlò di questo film come di un Avengers 2.5, perché Captain America non è il solo protagonista. C’è un cattivo di turno, ma non è chiaro chi siano i buoni. Perché gli Avengers si dividono in due fazioni: una con Captain America e una con Iron Man. È il primo film in cui si vede Spider-Man (Tom Holland). Sta in squadra con Iron Man ed è finito nei film Marvel per complicati accordi tra Sony e Disney.


14. Doctor Strange (2016)

C’è un nuovo buono. Un neurochirurgo che dopo un incidente d’auto non può più operare e decide allora di imparare la magia da un eremita dell’Himalaya, e di usarla per proteggere il mondo. È interpretato da Benedict Cumberbatch. Il cattivo si chiama Kaecilius ed è interpretato da Mads Mikkelsen. Doctor Strange vince e si ha come la sensazione che tornerà comodo agli Avengers.


15. Guardiani della Galassia Vol. 2 (2017)

Magari non l’avete ancora visto quindi chi è il cattivo non ve lo diciamo. C’è comunque la solita squadra di ex-poco di buono e la solita gran bella colonna sonora. È piaciuto quasi quanto il primo. Non ci sono grandi collegamenti con gli altri film Marvel, quindi non è che se non l’avete visto poi non capite niente di Thor: Ragnarok.


16. Spider-Man: Homecoming (2017)

Non ha niente a che fare con quelli con Tobey McGuire e Andrew Garfield. In questo l’Uomo Ragno è in realtà un adolescente. Il cattivo è Michael Keaton e il mentore di Spider Man è Tony Stark. Indovinate? Vincono i buoni.


17. Thor: Ragnarok

Ci siamo. Thor è prigioniero e lo è anche Hulk. Li obbligano a combattere uno contro l’altro. Ci sono anche Loki e Doctor Strange, tra gli altri.

Ok, e poi?

Arriveranno, nel 2018: Black Panther, Avengers: Infinity War e Ant-Man and the Wasp. Nel 2019 arriveranno Captain Marvel e un nuovo film per ora senza titolo sugli Avengers. Poi, i seguiti di Spider-Man: Homecoming e Guardiani della Galassia.