• Sport
  • lunedì 16 Ottobre 2017

Colin Kaepernick ha fatto causa alle squadre di NFL, che accusa di essersi messe d’accordo per non ingaggiarlo

Colin Kaepernick, quarterback di football americano conosciuto soprattutto perché la scorsa estate aveva iniziato a inginocchiarsi durante l’inno americano che precede le partite, ha fatto causa contro i proprietari delle squadre della NFL, il principale campionato di football americano, che accusa di essersi messi d’accordo per non ingaggiarlo. Kaepernick è infatti senza squadra dallo scorso marzo, quando decise di rescindere il contratto con i San Francisco 49ers. Da allora è svincolato ma non è stato ingaggiato da nessuna delle squadre della NFL, che ora accusa di collusione.

Kaepernick, che è afroamericano, aveva iniziato a inginocchiarsi per protesta principalmente contro le discriminazioni razziali negli Stati Uniti. A partire da quest’estate i giocatori che lo hanno imitato sono diventati diversi, e sono aumentati ulteriormente dopo che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump li ha criticati.

(Scott Cunningham/Getty Images)