• TV
  • sabato 14 Ottobre 2017

Gli Stati Uniti sono al passo coi Kardashian da dieci anni

Storia e successi del reality show che ha permesso a una famiglia “famosa per essere famosa” di costruire un impero

Il 14 ottobre del 2007, dieci anni fa, cominciò sul network americano E! un reality show non particolarmente originale e, secondo la maggior parte dei critici, per niente intelligente. Keeping Up With the Kardashians seguiva quotidianamente le vicende della famiglia Kardashian: come già aveva fatto The Osbournes, sulla famiglia del cantante metal Ozzy Osbourne, o Gene Simmons Family Jewels, su quella del bassista dei Kiss, o Hogan Knows Best, su quella del wrestler Hulk Hogan.

Ma a differenza dei precedenti reality show famigliari KUWTK, come viene spesso abbreviata la trasmissione, non raccontava le giornate e i problemi di una famiglia famosa per qualcosa che aveva fatto in precedenza. Raccontava la famiglia che più di ogni altra ha incarnato il concetto di “famosa per essere famosa”, che già aveva avuto alcune espressioni (la più celebre delle quali fu Zsa Zsa Gabor), ma che nei Kardashian trovò una formulazione perfetta che avrebbe influenzato moltissimo la cultura pop americana dei dieci anni successivi.

La storia e la celebrità dei Kardashian sono ancora oggi sconosciute a chi non segue lo show business americano, e difficili da ricordare anche per chi invece li segue dall’inizio. In breve: Kris Houghton, una donna non particolarmente famosa, sposò Robert Kardashian, un avvocato non particolarmente conosciuto ma che diventò noto dopo che, per questioni di amicizia personale, fu tra i difensori di O. J. Simpson. Ebbero tre figlie: Kourtney, Kim e Khloé. Poi divorziarono nel 1991 (prima del seguitissimo processo a O. J. Simpson), e Houghton si risposò con l’ex campione olimpico Bruce Jenner, che nel 2015 cambiò genere e oggi è conosciuta come Caitlyn Jenner. Houghton e Jenner ebbero altre due figlie: Kendall e Kylie. In KUWTK compaiono soprattutto Kris Houghton, Caitylin Jenner e tutte e cinque le sorelle Kardashian e Jenner, insieme ai rispettivi fidanzati (tra cui l’ex giocatore di NBA Lamar Odom), e ai figli di Jenner: Burton, Brandon, Brody e Casey.

La notorietà dei Kardashian ebbe inizio principalmente con il processo a O.J. Simpson (che era il padrino di Kim): negli anni successivi Kris Houghton e le tre sorelle Kardashian diventarono delle specie di celebrities minori, senza fare niente a parte esistere, diciamo. I Kardashian erano una famiglia ricca che grazie alle molte conoscenze (Kim era molto amica di Paris Hilton, per esempio) veniva fotografata e raccontata con relativa frequenza dai giornali di gossip. La vera svolta arrivò però quando venne diffuso un video privato di Kim Kardashian, nel quale la si vedeva fare sesso con il suo compagno di allora, il cantante Ray J. Il video, i cui diritti furono comprati da una casa pornografica per un milione di dollari, e che successivamente ne dovette pagare 5 a Kardashian in un patteggiamento, girò moltissimo online e fu discusso sui giornali.

Questo diede improvvisamente una grande celebrità a Kim Kardashian e di riflesso alla sua famiglia. L’idea per un reality show che seguisse le vicende della sua famiglia era venuta a Houghton già l’anno precedente, che l’aveva proposta al produttore Ryan Seacrest: ma fu soltanto dopo la popolarità ottenuta con il sex tape, ha ammesso la stessa Houghton, che arrivò il momento giusto. Il network E! annunciò che nel giro di pochi mesi sarebbe iniziato il programma.

KUWTK va ancora in onda, anche in Italia, sulla versione italiana di E! con il nome di Al passo coi Kardashian. È arrivato alla 14esima stagione, iniziata lo scorso primo ottobre, e ha raccontato molte separazioni e nuovi partner, cinque gravidanze (tre di Kourtney, due di Kim) e presto ne mostrerà un’altra, visto che Kylie Jenner ha recentemente annunciato di essere incinta. Nonostante le protagoniste siano invecchiate di dieci anni (Kylie e Kendall, oggi modelle e celebrities mondiali, all’inizio erano delle bambine), la struttura del reality show è ancora uguale. Vengono mostrate le attività, le conversazioni, gli scherzi, i litigi dei vari membri della famiglia, nelle rispettive case o nei posti in cui vanno: posti sempre allineati con la grande ricchezza della famiglia, che è costantemente sbandierata nel programma.

Secondo alcuni, molte delle cose che sono avvenute ai Kardashian nei dieci anni di reality sono state inventate dagli autori: dalle liti e dagli scherzi più piccoli e quotidiani fino a interi matrimoni. Questo perché, fin da subito, la forza del programma fu il suo collegamento con le notizie che uscivano sui siti e sulle riviste di gossip. Quello che succedeva nel programma finiva in articoli che erano tra i più letti e redditizi nel settore, e gli articoli e le discussioni intorno ai Kardashian aumentavano gli ascolti del programma.

Questo circolo virtuoso – almeno dal punto di vista dei Kardashian – non funzionò sempre. Sparita l’eccitazione iniziale per il programma, le attenzioni verso KUWTK diminuirono. Houghton ha raccontato nella sua autobiografia che «ogni volta che iniziavamo una nuova stagione mi chiedevo: “Come posso trasformare questi quindici minuti di celebrità in trenta minuti?”». E in un’intervista a Oprah Winfrey nel 2012 ammise che la fortuna del reality, dopo lo stallo, tornò a girare quando le figlie di Kardashian cominciarono a loro volta ad avere figli.

I Kardashian sfruttarono le attenzioni riservate dalla stampa alle notizie sulla loro vita privata per ottenere più ascolti per il programma: Kourtney Kardashian annunciò nel 2009 la sua prima gravidanza, ma disse che il padre sarebbe stato svelato soltanto nella nuova stagione di KUWTK. L’annuncio del fidanzamento tra Kim Kardashian e il giocatore di basket Kris Humphries arrivò un mese prima della sesta stagione del reality, che fu incentrata sulla preparazione del matrimonio. Matrimonio che si concluse soltanto 72 giorni dopo, attirando su Kim Kardashian le accuse di chi credeva fosse stato una trovata commerciale. Il primo episodio dell’ottava stagione, che rivelò il sesso del primo figlio di Kim Kardashian, fu visto da tre milioni di persone. Quando i giornali scrissero che il rapper Kanye West aveva chiesto a Kim Kardashian di sposarlo, tutti supposero che non sarebbe finito nel reality, visto che West se ne è sempre tenuto piuttosto alla larga. Invece venne poi fuori che era stato ripreso tutto, e venne mostrato in un episodio speciale.

L’impero mediatico costruito dai Kardashian fu ovviamente criticato estesamente dai critici televisivi, che per la maggior parte parlarono male di KUWTK per via della celebrazione della celebrità fine a se stessa, per la completa autoreferenzialità dei protagonisti, e per la continua esibizione di ricchezza e cattivo gusto. Ginia Bellafante scrisse sul New York Times che era un programma su «una famiglia che sembra riconoscersi solo in termini opportunistici», e con protagoniste «delle donne disperate che si arrampicano ai margini della celebrità», con un risultato «inquietante». Il Washington Post lo ha definito un programma che abbassa il quoziente intellettivo, mentre l’Atlantic, in occasione di uno speciale andato in onda su E! per il decimo anniversario del programma, si è chiesto se Houghton rifarebbe la stessa scelta, conoscendo tutte le conseguenze sulla vita privata della sua famiglia che avrebbe portato il programma.

Ci fu comunque qualche critico che ammise che KUWTK era il suo “guilty pleasure”, cioè una di quelle cose che si guarda con piacere ma sentendosi un po’ in colpa. Gli spettatori del reality sono stati molti nei primi anni, con picchi di quasi 5 milioni per gli episodi più visti. Nelle ultime stagioni, soprattutto dalla 13esima in poi, gli ascolti sono scesi nonostante le attenzioni dei media, che avevano un po’ abbandonato le sorelle maggiori, si siano incentrate su Kyle e Kendall, tra le più seguite giovani modelle al mondo. La 14esima stagione ha debuttato con un’audience di 1,26 milioni di spettatori. Oggi praticamente ogni sorella Kardashian ha sotto di sé un marchio o un’impresa di moda, gioielli o cosmetici, o ha iniziato una carriera televisiva o da modella, grazie alla fama ottenuta dal programma. Negli anni sono poi stati fatti molti spin off, incentrati su alcuni membri della famiglia in particolare: Kourtney and Kim Take MiamiKourtney and Kim Take New YorkKhloé & LamarKourtney and Khloé Take The HamptonsDash DollsRob & Chyna, e Life of Kylie.