Uber ha fatto appello contro la decisione dell’ente del trasporto pubblico di Londra di non rinnovargli la licenza

Uber, il servizio di noleggio di auto con autista diffuso in molte grandi città del mondo, ha fatto appello contro la decisione di Transport for London (TfL), l’ente che gestisce il trasporto pubblico a Londra, di non rinnovargli la licenza per operare nella città.

Uber aveva già annunciato che avrebbe fatto ricorso, anche se dopo la decisione di TfL ha prima provato a trovare un accordo. Oggi era l’ultimo giorno in cui i suoi autisti potevano lavorare a Londra: nonostante la licenza fosse scaduta il 30 settembre, era stata prevista una proroga per consentire alla società di fare appello. Ora Uber potrà continuare a operare fino a quando la questione non sarà risolta in tribunale: il processo dovrebbe iniziare l’11 dicembre 2017.

(AP Photo/Eraldo Peres)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.