• Mondo
  • venerdì 18 agosto 2017

Un uomo ha accoltellato alcune persone a Turku, in Finlandia

Due sono morte e altre otto sono state ferite, tra cui un italiano: l'uomo è stato ferito e arrestato dalla polizia che dice che è stato un attentato terroristico

(Lehtikuva via AP)

Un uomo armato di coltello ha ucciso due persone e ne ha ferite altre otto a Turku, una città nel sud della Finlandia. L’uomo – che ha 18 anni ed è marocchino – è stato arrestato dopo essere stato ferito in uno scontro a fuoco con la polizia, che ha detto che si è trattato di un attentato terroristico. Le due persone morte erano donne finlandesi; tra i feriti ci sono una persona italiana, una svedese e una britannica. Per ora l’attentato non è stato rivendicato. Secondo le indagini sembra che l’obiettivo dell’attentatore fossero le donne: sei delle otto persone ferite erano donne e gli uomini coinvolti sono stati feriti dopo aver cercato di aiutarle o difenderle.

Dalle ricostruzioni dell’attentato, un agente ha immobilizzato l’uomo sparandogli contro un unico colpo a una gamba. Tre delle persone ferite si trovano all’ospedale nel reparto di terapia intensiva. L’attacco è avvenuto in una zona affollata del centro città. Dopo aver consigliato agli abitanti di restare lontani dalla zona e aver cercato eventuali sospetti, la polizia aveva detto in una conferenza stampa che la persona ferita è al momento ritenuta l’unica responsabile dell’attacco. La polizia ha poi perquisito la casa in cui l’aggressore viveva – a Varissuo, una zona di Turku dove abita un’alta percentuale di immigrati – e arrestato altre quattro persone legate a lui; per un sesto sospettato è stato emesso un mandato di cattura internazionale. L’aggressore era arrivato in Finlandia nel 2016 e aveva fatto richiesta di asilo, ha detto la polizia.

Mostra commenti ( )