• Mondo
  • domenica 6 Agosto 2017

Il governo francese dice che i foreign fighters tornati in Francia sono 271

Il dato preciso lo ha fornito il ministro dell’Interno francese Gerard Collomb in un’intervista a Le Journal du Dimanche, dicendo anche che queste persone sono tutte tenute sotto controllo dalla magistratura francese. La Francia è uno dei paesi europei col più alto numero di foreign fighters tornati sul proprio territorio dopo aver combattuto per lo Stato Islamico in Siria e Iraq: una stima precedente dell’aprile 2016 dell’International Centre for Counter-terrorism (ICCT) aveva stimato che fino a quel momento ne erano tornati 246.

Nella nuova stima del governo francese sono compresi anche 54 minori. Non è chiaro quante di queste persone siano attualmente in carcere e quante siano libere. Si stima che in totale siano 700 i francesi partiti per unirsi allo Stato Islamico, ma non si conosce con precisione quanti di loro siano morti durante gli scontri in Iraq e Siria.

(STEPHANE DE SAKUTIN/AFP/Getty Images)