• Mondo
  • giovedì 3 Agosto 2017

Il procuratore speciale Mueller ha costituito un gran giurì sulle accuse di interferenze russe nell’elezione di Donald Trump

Lo ha rivelato il Wall Street Journal, chiamandola "una nuova fase" dell'inchiesta sulle presidenziali del 2016

Robert Mueller, ex direttore dell’FBI nominato Procuratore Speciale a capo dell’indagine sulle ipotesi di interferenze russe nella campagna elettorale presidenziale degli Stati Uniti del 2016, avrebbe costituito un “gran giurì” – ovvero una corte speciale dedicata – che sarebbe al lavoro da qualche settimana (e avrebbe già diramato delle convocazioni a deporre, aggiunge l’agenzia Reuters), secondo un articolo del Wall Street Journal pubblicato giovedì sera, che cita due fonti interne affidabili. “Un segno che l’inchiesta sta crescendo di intensità ed entrando in una nuova fase”, scrive il Wall Street Journal.

Il Procuratore Speciale Robert Mueller, ex direttore dell'FBI (AP Photo/Jeff Chiu, File)