(Da "Modern Family")

Le serie tv che sono state rinnovate

The Big Bang Theory e Modern Family andranno avanti per almeno altre due stagioni, e continueranno anche American Gods, Tredici e New Girl

(Da "Modern Family")

A maggio le tv statunitensi presentano – durante  i cosiddetti upfront – i loro piani per la stagione successiva, dicendo tra le altre cose quali serie tv hanno deciso di sospendere o cancellare perché costano troppo o le guardano in pochi (peggio ancora se costano troppo e le guardano in pochi), quali finiranno perché tutto – anche le cose belle – prima o poi finisce, e quali serie saranno invece rinnovate. Le brutte notizie – quelle sulle serie cancellate – ve le abbiamo date un paio di settimane fa; ora arrivano le buone, sulle serie tv che sono state rinnovante e andranno avanti. Ormai le serie tv che vanno in onda sono centinaia: abbiamo scelto le più importanti e seguite, che sono state rinnovate nelle ultime settimane: per farvi felici con una buona notizia sulla vostra serie preferita o per darvi l’ennesimo pretesto per iniziare una nuova serie, “perché se l’hanno rinnovata vuol dire che merita”, potreste pensare.

Modern Family

Va così bene che è stata rinnovata per due stagioni – la nona e la decima – in un colpo solo. In Italia Fox sta trasmettendo l’ottava, composta da 22 episodi. Su Netflix invece sono disponibili le prime sette stagioni.

American Gods

È stata rinnovata per una seconda stagione. È iniziata da poco e fate ancora in tempo a rimettervi in pari. In Italia la prima stagione la potete vedere su Amazon Prime Video, dove sta uscendo alla vecchia maniera, un episodio a settimana. È tratta dall’omonimo romanzo di Neil Gaiman, uscito nel 2001 e tradotto in italiano del 2003, che negli anni ha ottenuto un notevole seguito di appassionati. L’hanno ideata Bryan Fuller, quello di Hannibal, e Michael Green, il co-sceneggiatore del nuovo Blade Runner. Su 1843, la rivista culturale dell’Economist, Tim Martin ha scritto che è «splendida e completamente folle». Evitatela invece se avete problemi con le scene di sesso, la violenza e gli schizzi di sangue.

Tredici

Racconta la storia di Hannah Baker, una studentessa di un liceo americano che si suicida: prima di farlo, però, registra alcune audiocassette in cui spiega le ragioni che l’hanno portata ad uccidersi. Si è molto discusso se la serie si sia occupata del suicidio in maniera responsabile. Netflix ha detto che nel 2018 usciranno 13 nuovi episodi.

The Handmaid’s Tale

In Italia non c’è ancora e negli Stati Uniti la trasmette Hulu, che l’ha rinnovata per una seconda stagione. Era una delle serie più attese dell’anno – insieme per esempio ad American Gods – e finora sta piacendo molto (anche a Giulia Balducci del Post).

The Big Bang Theory

Se l’avete vista tutta, avete passato tre giorni, 12 ore e 42 minuti della vostra vita a farlo. Nel caso, mettete in contro qualche altra ora, visto che è stata rinnovata per altre due stagioni: l’undicesima e la dodicesima.

The New Pope

Tecnicamente non è un rinnovo ma l’annuncio di una nuova serie, anche se il confine è sottile. Contiene però la parola “Pope” nel titolo, sarà prodotta da Sky e HBO e la sceneggiatura sarà scritta da Paolo Sorrentino, sceneggiatore e regista della serie tv The Young Pope. La produzione della serie dovrebbe iniziare nella seconda metà del 2018 e per ora si sa solo che «sarà ambientata nel mondo del moderno papato» e non sarà propriamente un sequel di The Young Pope. Si potrebbero però rivedere alcuni personaggi di The Young Pope (ma non è certo) e si tratterà comunque di una nuova storia, non una seconda stagione di The Young Pope.

Veep

HBO ha da poco deciso di rinnovare questa serie comica sulla politica americana per una settima stagione. La sesta stagione sarà trasmessa in Italia da Sky Atlantic a fine giugno.

Silicon Valley

È la serie giusta se siete appassionati di tecnologia e sapete benissimo cos’è e come funziona la Silicon Valley (e volete riderci un po’ su), ma va benissimo anche se la Silicon Valley non sapete dove e cosa sia e volete impararlo ridendo. Per rimettervi in pari vi servirebbero una ventina di ore. La quarta stagione andrà in onda su Sky Atlantic tra giugno e luglio, la quinta arriverà nel 2018.

New Girl

La serie tv con Zooey Deschanel che interpreta un personaggio che è esattamente l’idea che potreste avere di Zooey Deschanel nella vita vera è stata rinnovata per una settima stagione, che sarà anche l’ultima.

Grace e Frankie

Le protagoniste sono due donne che si trovano a vivere insieme dopo che i rispettivi mariti dicono loro di essere gay e volersi sposare insieme: sono interpretate da Jane Fonda e Lily Tomlin. La terza stagione è da poco andata in onda su Netflix, che l’ha rinnovata per una quarta in cui reciterà anche Lisa Kudrow, cioè Phoebe di Friends.

Arrested Development

Tecnicamente una ripresa, più che un rinnovo. Dopo aver trasmesso la quarta stagione nel 2013 Netflix ne trasmetterà una quinta nel 2018, con tutto il vecchio cast.

Billions

I protagonisti sono Damian Lewis (di Homeland), che interpreta un ricchissimo manager di un opaco fondo investimenti, e Paul Giamatti, che interpreta un procuratore distrettuale che vuole scoprire se ci sia del losco negli affari del primo. In Italia la trasmette Sky Atlantic, negli Stati Uniti è di Showtime, che l’ha rinnovata per una terza stagione.

Animals

È una serie animata che parla di animali antropomorfi (topi e piccioni, per esempio) che vivono a New York, è prodotta dai fratelli Duplass (quelli di Togetherness). È l’evoluzione di un corto presentato al Sundance Film Festival un po’ di tempo fa. Arriverà una terza stagione.

Legion

Ha per protagonista un X-Men che all’inizio non sa di esserlo: negli Stati Uniti l’ha trasmessa FX, in Italia Fox. Arriverà una seconda stagione, dopo che la prima si è fatta notare soprattuto grazie agli attori, alla colonna sonora e a cose visive molto originali.

The Blacklist

Arriverà una quinta stagione, di 22 episodi. Quelli della quarta stanno intanto andando in onda su Fox Crime.

Scandal

Nel 2018 andrà in onda l’ottava e ultima stagione di questa serie thriller-politica ideata da Shonda Rhimes, ideatrice di Grey’s Anatomy.

Una serie di sfortunati eventi

Qualche mese fa è andata in onda su Netflix la prima stagione; poi è stata rinnovata per una seconda e subito dopo per una terza. Qualcuno l’ha descritto come «ciò che accadrebbe se Wes Anderson e Tim Burton decidessero di fare insieme una serie tv».

Quantico

La serie che parla di alcune reclute dell’FBI (una delle quali sospettata di essere un terrorista) è stata rinnovata da ABC per una terza stagione di tredici episodi. In Italia va in onda su Fox.

Taboo

La seriedi BBC One e FX con Tom Hardy è stata rinnovata per una seconda stagione. In Italia la prima l’ha trasmessa Sky Atlantic. Qualcuno, dopo che uscì, fece notare che è piena di versi di Hardy.

Agents of S.H.I.E.L.D.

È la serie che prende il nome da un’agenzia di spionaggio dei fumetti Marvel. Arriverà una quinta stagione. Se avete visto tutte le prime quattro c’avete messo due giorni e 15 ore.

The Last Man on Earth

FOX l’ha rinnovata per una quarta stagione. È stata creata, scritta e interpretata da Will Forte, comico di Saturday Night Live ed ex autore del Late Show di David Letterman.

Speechless

Parla di una famiglia con un figlio con paralisi cerebrale infantile, ma lo fa in modo divertente. Nel 2016 venne segnalata coma una delle serie più promettenti dell’anno. È stata rinnovata per una seconda stagione.

Gotham

È la serie che parla della città di Batman prima di Batman. È stata rinnovata per una quarta stagione e James “Jim” Gordon sarà sempre interpretato da Benjamin McKenzie (che per molti è ancora Ryan di The O.C.).

Z: The Beginning of Everything

In Italia la trovate su Amazon Prime Video. Parla di Zelda Sayre Fitzgerald (moglie dello scrittore Francis Scott Fitzgerald) e sarà rinnovata per una seconda stagione.

Fear the Walking Dead

Sarà rinnovata per una quarta stagione, mentre The Walking Dead – della quale è sia prequel che spinoff – è già all’ottava.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.