• Mondo
  • giovedì 23 Marzo 2017

Le foto del treno italiano deragliato a Lucerna

Un vagone del Milano-Basilea è uscito dai binari poco dopo la partenza dalla città svizzera, causando il ferimento lieve di alcuni passeggeri

Nel pomeriggio di ieri, poco prima delle 14, un treno italiano partito da Milano e diretto a Basilea è parzialmente deragliato nei pressi della stazione di Lucerna, in Svizzera. L’Eurocity stava lasciando la città quando un suo vagone è uscito dai binari inclinandosi su un lato, per cause ancora ignote. Alcuni passeggeri sono rimasti lievemente feriti: la velocità moderata del treno in quel momento ha evitato danni più gravi. Nel complesso sono state soccorse 7 persone, mentre gli altri passeggeri sono stati fatti scendere dal treno dopo circa un’ora di attesa. Per motivi di sicurezza nella stazione è stata disattivata la corrente elettrica.

Nelle ore seguenti all’incidente sono iniziate le operazioni di sgombero del binario, che hanno però reso necessaria la sospensione di buona parte del traffico ferroviario che passa per Lucerna. I treni hanno accumulato sensibili ritardi e alcuni sono stati direttamente cancellati, o sostituiti con un servizio di autobus. La circolazione dovrebbe essere completamente ripristinata nelle prossime ore.

Trenitalia, che gestiva il Milano-Basilea, ha confermato che nessun viaggiatore “ha riportato serie conseguenze nell’incidente”. Sul posto sono stati inviati tecnici delle Ferrovie italiane per collaborare con i loro omologhi svizzeri e specialisti del costruttore del treno. Il convoglio era un ETR.610-200, un elettrotreno ad assetto variabile costruito da Alstom Ferroviaria; il macchinista e il personale a bordo erano delle Ferrovie svizzere.