(ANSA/LUCIANO DEL CASTILLO)

I prezzi di frutta e verdura saliranno

A causa dei gravi danni che il brutto tempo ha causato all'agricoltura in Spagna e in Italia, dove ha già distrutto decine di milioni di euro di prodotti

(ANSA/LUCIANO DEL CASTILLO)

Il freddo e il brutto tempo che hanno coinvolto Spagna e Italia porteranno con ogni probabilità a un aumento dei prezzi di frutta e verdura, in particolare nel nord Europa. Secondo gli esperti è avvenuta una sorta di “tempesta perfetta”, frutto della combinazione di freddo e neve in Italia e mancanza di luce solare e alluvioni in Spagna, i due paesi dove si producono la maggior parte dei prodotti freschi consumati in Europa durante l’inverno. Tra i prodotti i cui prezzi potrebbero salire ci sono insalata, zucchine e melanzane. Se il brutto tempo influenzerà anche la stagione della semina, i prezzi potrebbero tornare a salire anche alla fine del 2017.

Una delle zone più colpite dal brutto tempo delle ultime settimane è quella di Murcia, nel sud della Spagna, dove si produce circa l’80 per cento della frutta e della verdura fresche che vengono consumate in Europa durante l’inverno. Dalla metà di dicembre la zona è stata coinvolta dalle piogge più intense degli ultimi 30 anni. I campi sono stati distrutti dalle alluvioni e la produzione di verdure si è praticamente interrotta.

In Italia i danni principali sono stati causati dal freddo e dalla neve che hanno colpito il sud Italia. Secondo le associazioni di categoria, come CIA-Agricoltori italiani e Coldiretti, a fine stagione i danni per il settore saranno tra i 300 milioni e il miliardo di euro. Secondo Coldiretti la regione più colpita è la Puglia, dove il brutto tempo avrebbe causato circa cento milioni di euro di danni, ma sono naturalmente stime che vanno prese con qualche cautela. Sempre secondo Coldiretti il 70 per cento delle consegne di ortaggi nella regione è stato sospeso, o perché i prodotti sono stati rovinati dal freddo o perché i mezzi che dovrebbero effettuare le consegne non riescono a circolare a causa della neve.

I danni all’agricoltura in Italia e Spagna significano che in nord Europa è di fatto cessata l’importazione di frutta e verdura. Un dirigente di una catena di supermercati britannica ha raccontato a BBC che per fronteggiare la scarsità di prodotti stanno importando insalata e altri prodotti freschi dagli Stati Uniti, un fatto mai avvenuto in precedenza. La scarsità sta spingendo al rialzo i prezzi in tutto il continente. Secondo Freshfel Europe, l’associazione europea che raggruppa produttori e distributori di prodotti agricoli freschi, i danni all’agricoltura sono stati senza precedenti e in tutto il continente i prezzi si sono alzati tra il 25 e il 40 per cento.