(ANSA/ CIRO FUSCO)
  • Italia
  • mercoledì 4 Gennaio 2017

La sparatoria a Napoli

Una bambina di 10 anni e altre tre persone sono rimaste ferite dopo che qualcuno ha sparato in via Annunziata: nessuno è in pericolo di vita

(ANSA/ CIRO FUSCO)

Mercoledì 4 gennaio poco dopo mezzogiorno c’è stata una sparatoria a Napoli, in via Annunziata: quattro persone sono rimaste ferite, tra cui una bambina di dieci anni. Nessuno dei feriti è in pericolo di vita, secondo quanto scrive il Corriere del Mezzogiorno. Secondo le prime ricostruzioni, la bambina è stata ferita mentre cercava di scappare dal luogo della sparatoria insieme ad altre persone: è stata ferita da un colpo alla gamba, è stata portata dai familiari all’Ospedale S.Maria di Loreto Nuovo, e da lì trasferita al Santobono. Le altre tre persone ferite hanno tra i 32 e i 38 anni, secondo il Corriere, e sono di nazionalità senegalese: da quello che si sa, due di loro sarebbero feriti lievemente, mentre un altro sarebbe stato colpito in maniera più seria.

Via Annunziata si trova nella zona di Forcella, in centro. I giornali riportano alcune ipotesi sulla sparatoria, attribuendole alla polizia e ad alcuni commercianti della zona, che dicono che l’obiettivo della sparatoria sarebbe stato un venditore ambulante. Il Corriere in particolare, citando “fonti investigative”, dice che già nella mattinata ci sarebbe stato una discussione tra un uomo che voleva estorcere il pizzo e alcuni venditori ambulanti che si sono rifiutati di pagare. L’uomo, sempre secondo il Corriere, sarebbe tornato più tardi con altre persone armate di bastoni, dando inizio alla sparatoria. Il Mattino parla però anche di un possibile litigio tra venditori ambulanti.