Alcune bombolette di panna spray Reddi-wip, molto popolare negli Stati Uniti (AP Photo/Amy Sancetta)
  • Mondo
  • mercoledì 21 Dicembre 2016

Negli Stati Uniti scarseggia la panna spray

Per colpa di un incidente in uno stabilimento di una grande azienda chimica che fornisce protossido di azoto

Alcune bombolette di panna spray Reddi-wip, molto popolare negli Stati Uniti (AP Photo/Amy Sancetta)

Negli Stati Uniti le scorte di panna spray cominciano a scarseggiare, ha detto la scorsa settimana la portavoce della Conagra Brands, un’azienda dolciaria che produce la panna spray della marca Reddi-wip. E i giorni sotto le feste natalizie non sono un buon momento per rimanere senza panna spray.

I problemi della Conagra, e di tutte le aziende che producono panna spray, sono dovuti alla carenza di protossido di azoto, un gas incolore e dall’odore lievemente dolciastro che viene usato sia nell’industria dolciaria (per esempio per rendere soffice la panna spray), sia in ambito medico (per esempio dai dentisti, che lo fanno inalare ai loro pazienti come anestetico). Le scorte del gas hanno iniziato a scarseggiare questa estate, quando alla Airgas, una grande azienda chimica tra le maggiori fornitrici di protossido di azoto, sono esplosi due serbatoi contenenti il gas; nell’incidente, che è avvenuto in Florida, è morto anche un dipendente della società. La Airgas si definisce la maggiore produttrice di gas per il Nord America e rifornisce di protossido di azoto la Conagra e diversi studi medici.

La portavoce della Conagra ha detto che nei magazzini dei supermercati ci sono ancora scorte di panna spray ma ha invitato i consumatori a fare rifornimenti preventivi, soprattutto in vista delle vacanze di Natale, periodo che di solito coincide con il picco di vendite. La portavoce ha aggiunto che la produzione della panna spray tornerà ai livelli normali solo verso metà gennaio 2017: fino ad allora la precedenza sarà data al settore medico.