(FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 4 Dicembre 2016

La Roma ha vinto 2-0 contro la Lazio

Hanno segnato Kevin Strootman e Radja Nainggolan, entrambi nel secondo tempo

(FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Aggiornamento: la Roma ha vinto 2-0 contro la Lazio, grazie ai gol di Strootman e Nainggolan, entrambi segnati nel secondo tempo. Ora la Roma è seconda in classifica, a quattro punti dalla Juventus e con gli stessi punti del Milan.

***

Lazio-Roma – cioè il derby di Roma – è iniziata alle 15 allo Stadio Olimpico: è la partita più importante della 15esima giornata di Serie A. Sia la Roma che la Lazio hanno fatto finora un buon campionato: la Roma è seconda con 29 punti, la Lazio è quarta con 28. Nelle ultime sei partite la Roma ha ottenuto tre vittorie, un pareggio e una sconfitta; la Lazio non perde dal 20 settembre, contro il Milan, e sta superando ogni aspettativa di inizio campionato. La Roma è allenata da Luciano Spalletti, che è tornato a Roma a gennaio, dopo aver allenato per alcune stagioni lo Zenit San Pietroburgo. La Lazio è invece allenata da Simone Inzaghi: era l’allenatore della primavera (la squadra giovanile) ed è stato scelto quest’estate dopo che l’allenatore argentino Marcelo Bielsa si era rifiutato di allenare la Lazio (quando sembrava ormai sicuro che l’avrebbe fatto). Era qualche anno che Roma e Lazio non erano entrambe così in alto in classifica. A prescindere da questo, il derby è – come si dice – una partita a sé, soprattutto a Roma. L’ultimo, giocato il 3 aprile 2016, è finito 4-1 per la Roma.

La Roma prima del derby

Sulla carta è una delle più forti squadre della Serie A: meno della Juventus ma un filo superiore al Napoli. Nella pratica è difficile dirlo: come spesso è successo nelle ultime stagioni, la Roma alterna momenti in cui gioca molto bene ad altri – soprattutto quando gioca contro squadre medio-piccole – in cui fa fatica a segnare e prende troppi gol. Per gran parte della stagione è stato difficile vedere la Roma giocare bene per un’intera partita, senza prendere gol e senza avere momenti in cui sembra affaticata o distratta. La Roma è la squadra che ha segnato più gol in questa Serie A (33) ma ha preso troppi, spesso nei momenti sbagliati: nella sua ultima partita, giocata in casa, ha vinto faticando 3-2 contro il Pescara, che è al terzultimo posto in classifica.

L’attaccante egiziano Mohamed Salah è infortunato, e la sua sarà un’assenza pesante: in questa Serie A ha segnato otto gol ma è soprattutto il giocatore che in tutto il campionato ha creato più occasioni da gol per i compagni di squadra: 44. Gli assist sono passaggi decisivi per un gol; le “occasioni da gol create” sono passaggi che mettono un compagno nelle condizioni di far gol, a prescindere dal fatto che quel compagno poi lo faccia o meno. Il giocatore più indicato per sostituire Salah dovrebbe essere Stephan El Shaarawy, che però ha qualche problema fisico e non sembra possa essere in grado di giocare una partita intera. Al suo posto potrebbero giocare Iturbe o Totti, ma sembra più probabile che Spalletti sceglierà di spostare un po’ più avanti il centrocampista Radja Nainggolan. In questo caso la Roma giocherebbe con una difesa a tre, quattro centrocampisti, due centrocampisti più avanzati (Nainggolan e Perotti) e Edin Dzeko in attacco.

E la Lazio com’è messa?

Dopo la complicata vicenda del mancato arrivo a Roma dell’allenatore argentino Marcelo Bielsa, in molti pensavano che la scelta di affidare la Lazio a Simone Inzaghi, che fino a quel punto sembrava destinato ad andare ad allenare la Salernitana in Serie B, fosse stata fatta in extremis per non perdere tempo prezioso durante la preparazione estiva. Per giunta in estate la Lazio ha ceduto Miroslav Klose e Stefano Mauri, due dei giocatori più esperti in rosa, e ha venduto all’Inter il suo giocatore più forte, Antonio Candreva. L’unico acquisto veramente degno di nota è stato quello di Ciro Immobile, che finora ha segnato nove gol in undici partite (anche se nelle ultime tre partite non ha segnato).

Nella sua ultima partita in Serie A, la Lazio ha vinto 1-0 in trasferta contro il Palermo, una delle squadre più deboli del campionato. Non è chiaro se ci sarà il centrocampista Milinkovic-Savic, che ha avuto qualche problema fisico ma è stato comunque convocato, per il resto la Lazio giocherà con quasi tutti i suoi giocatori più importanti: Marchetti in porta, Biglia e Parolo a centrocampo e Felipe Anderson dietro a Immobile e Keita, i due attaccanti. Potrebbe tornare titolare dopo un lungo infortunio anche Stefan de Vrij, uno dei migliori difensori centrali della Serie A.

Le formazioni ufficiali di Lazio e Roma

Che tipo di partita sarà?

Ci si aspetta una partita equilibrata e probabilmente agitata: dalla stagione 1994/95 il derby di Roma è la partita di Serie A con più espulsioni: sono state 30 in tutto, 18 per la Lazio e 12 per la Roma. Sarà anche una partita interessante perché il miglior attacco, quello della Roma, giocherà contro la seconda miglior difesa. Sul sito SNAI – la principale società italiana di scommesse sportive – una vittoria della Lazio vale 2,70 euro per ogni euro scommesso; una vittoria della Roma ne vale 2,65 e un pareggio permetterebbe di vincere 3,40 euro per ogni euro giocato. Ci si aspetta almeno un gol da parte di entrambe le squadre e, soprattutto, ci si aspetta di vedere giocare almeno per qualche minuto Francesco Totti, il capitano della Roma, che a settembre ha compiuto 40 anni. È invece sicuro che la Roma giocherà il derby con delle maglie speciali, fatte apposta per l’occasione.

Come vedere Lazio-Roma in streaming

Il derby di Roma si potrà seguire in tv su Sky Sport (su Sky Calcio 1, il canale 251 di Sky) e su Mediaset Premium (sui canali 371 e 381 del digitale terrestre). La partita tra Lazio e Roma si potrà seguire in streaming anche su Sky Go e Premium Play, le app per gli abbonati a Sky Sport e Mediaset Premium.