(Da "Quel bravo ragazzo")
  • Cultura
  • giovedì 17 Novembre 2016

“Quel bravo ragazzo”, con Herbert Ballerina

È il film comico con protagonista l'attore diventato famoso insieme a Maccio Capatonda: è nei cinema da oggi e parla di mafia

(Da "Quel bravo ragazzo")

Quel bravo ragazzo è nei cinema da oggi – giovedì 17 novembre – ed è diretto da Enrico Lando, il regista di I soliti idioti – Il film e di Amici come noi, il film con protagonisti i comici Pio e Amedeo. Quel bravo ragazzo è quindi – come i precedenti di Lando – un film comico: il protagonista e co-sceneggiatore è Luigi Luciano (ma forse lo conoscete per il suo nome d’arte, Herbert Ballerina) e interpreta il figlio goffo e per nulla scaltro di un boss mafioso che sta per morire e decide di lasciare a lui il controllo della famiglia mafiosa. Nel cast del film ci sono anche Tony Sperandeo, Ninni Bruschetta e, in una parte più piccola, Maccio Capatonda, con cui Herbert Ballerina ha collaborato al cinema e in tv. Il primo compito a cui deve partecipare Leone (il protagonista, interpretato da Ballerina) è una riunione tra diversi boss, per decidere chi sarà il nuovo “capo dei capi”.

Cosa se ne dice

Il film si basa su una premessa semplice: prendi una persona e mettila in un contesto completamente diverso, immaginando tutte le possibili conseguenti situazioni comiche. In questo caso premessa e ambientazione fanno per forza pensare a Johnny Stecchino, il quarto film di Roberto Benigni.

Anche lì un uomo normale viene preso e gli viene imposto di “fare” il mafioso. MyMovies ha scritto che, a differenza di Johnny Stecchino, il primo film da protagonista di Ballerina è «esile, povero di eventi e di colpi di scena ed eccessivamente infantile, andrebbe bene come film per ragazzi delle scuole medie, non per un pubblico adulto abituato (anche dallo stesso Enrico Lando) a ritmi comici ben più serrati» e che è un «peccato, perché la storia e l’interpretazione di Ballerina hanno un piacevole gusto retrò da commedia anni ’80, di quelle firmate da Nuti e dal primo Pieraccioni». Gabriele Niola ha scritto su Wired che Quel bravo ragazzo (c’è anche un riferimento a Quei bravi ragazzi, quel gran film di Martin Scorsese) è «un film idiota che rischia di diventare un piccolo cult» e che è stato «pensato, girato e montato per essere la più convenzionale, ripetitiva e banale delle commedie italiane». Niola, così come molti altri critici di cinema, ha però apprezzato l’interpretazione di Ballerina.

Herbert Ballerina?

Ha 36 anni e ha iniziato a fare l’attore dopo aver studiato al DAMS di Bologna. Da anni fa parte della Shortcut Productions, la società di Marcello Macchia ed Enrico Venti (ma forse li conoscete più come Maccio Capatonda e Ivo Avido), prima è stato assistente, poi è diventato anche attore e autore. Divenne famoso come “spalla” di Capatonda durante Mai dire Lunedì e Mai dire Martedì e il suo primo film al cinema fu Che bella giornata, il film del 2001 di Checco Zalone. Negli anni Ballerina ha anche collaborato con Lo Zoo di 105 (sempre con Capatonda) e più di recente ha recitato in Mario (la serie tv di Capatonda) e in Italiano medio (il primo film di Capatonda).