I tabloid britannici non hanno preso bene la sentenza su Brexit

I giudici che hanno deciso che il governo deve ricevere l'approvazione del Parlamento per avviare le procedure di uscita dall'UE sono stati chiamati "nemici del popolo", fra le altre cose

Stamattina tutti i quotidiani britannici hanno aperto con la notizia più grossa su Brexit da diverse settimane a questa parte: e cioè che l’Alta Corte di Giustizia del Regno Unito ha deciso che il governo non può avviare autonomamente le procedure per uscire dall’Unione Europea, ma deve prima chiederne l’approvazione al Parlamento. Molti tabloid e giornali conservatori britannici non l’hanno presa bene. Il titolo di apertura del Daily Mail, un tabloid conservatore noto per la sua inaffidabilità e i toni populisti, è «Nemici del popolo», scritto sotto alle foto dei tre giudici che compongono l’Alta Corte.

Sulla stessa linea, ma più sobriamente, ha titolato il Telegraph, il principale giornale conservatore britannico: «i giudici contro il popolo».

Il Sun, altro popolare tabloid conservatore, ha titolato con un gioco di parole, storpiando la frase «chi vi credete di essere» sostituendo you – “voi”, in inglese – con EU, la sigla per indicare l’Unione Europea.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.