I nuovi MacBook Pro di Apple

Hanno l'attesa e molto anticipata "Touch Bar", una barra touchscreen che sostituisce i classici tasti funzione della tastiera per renderla più versatile

Apple ha presentato oggi i suoi nuovi computer portatili MacBook Pro nel corso di un evento speciale, organizzato nel suo campus a Cupertino, vicino a San Francisco (California). La novità più interessante dei MacBook Pro era stata anticipata nei giorni scorsi da molti siti di tecnologia: una barra touchscreen che sostituisce i classici tasti funzione della tastiera. I nuovi computer di Apple sono inoltre più sottili rispetto ai loro predecessori, e hanno naturalmente maggiore potenza e capacità di memoria. Durante la presentazione, Apple ha anche annunciato alcune novità per la sua Apple TV, che saranno inizialmente disponibili negli Stati Uniti. A differenza di quanto era stato previsto da alcuni analisti, l’azienda non ha presentato nuove versioni dei suoi computer desktop come gli iMac, né aggiornamenti per il suo Mac Pro.

MacBook Pro
Il nuovo MacBook Pro è il più sottile e leggero realizzato finora da Apple, ed è disponibile nei formati da 13 e 15 pollici con Retina display nei colori Argento e Nero Argento. Il trackpad è due volte più grande rispetto al modello precedente, mentre la tastiera è un’evoluzione di quella introdotta con il MacBook lo scorso anno, quindi con una corsa ridotta dei tasti, ma una risposta più rapida e precisa. Come era stato anticipato nei giorni scorsi, Apple ha rimosso i tasti funzione, quelli per modificare la luminosità dello schermo, il volume e altre opzioni: al loro posto c’è la nuova Touch Bar, una barra con un touchscreen a colori le cui funzionalità cambiano a seconda del programma che si sta utilizzando. Su Safari, per esempio, può mostrare i siti preferiti, in Foto le opzioni per l’editing delle fotografie, o ancora in Pages opzioni per gestire la modifica dei testi.

macbook-pro

A destra della Touch Bar c’è un sensore per le impronte digitali, per sbloccare il Mac come avviene già sugli iPhone e gli iPad, e per la gestione delle password e dei pagamenti tramite Apple Pay. Se sul computer ci sono più account, ogni proprietario può passare istantaneamente al suo account usando il lettore di impronte digitali. Premendo il tasto Funzione (“fn”), sulla Touch Bar tornano i classici tasti funzione, “Esc” compreso. La Touch Bar può essere personalizzata con tasti predefiniti a proprio piacimento.

macbook-pro-touch-bar

Lo schermo del nuovo MacBook Pro è il 67 per cento più luminoso del suo predecessore. Al suo interno c’è un processore Intel Core i5/i7 e memoria SSD fino a 2 TB, a seconda delle configurazioni dei due modelli da 13 e 15 pollici. Entrambi i nuovi MacBook Pro hanno quattro porte Thunderbolt (fino a 40 Gb al secondo), che funzionano anche come USB, HDMI, VGA, e possono essere utilizzate indistintamente per collegare il loro caricatore. In entrambi modelli la batteria ha un’autonomia di 10 ore, dice Apple.

Apple ha realizzato anche una versione del suo nuovo MacBook Pro da 13 pollici senza Touch Bar, che può essere un’alternativa al MacBook Air da 13 pollici: è più sottile, occupa meno spazio e ha uno schermo Retina.

macbook-linea

Prezzi
Il MacBook Pro con i normali tasti funzione parte da un prezzo di 1.749 euro, mentre quello con TouchBar parte da 2.099 euro. Il MacBook Pro con TouchBar da 15 pollici ha un prezzo di partenza di 2.799 euro. I modelli con Touch Bar saranno disponibili tra un paio di settimane, mentre il MacBook Pro da 13 pollici con i classici tasti funzione è già disponibile.

Apple TV
Per mettere meglio ordine tra le migliaia di contenuti disponibili attraverso le varie applicazioni, Apple ha realizzato un’applicazione che si chiama TV e che cambia le modalità di accesso agli streaming disponibili. TV consiglia film e serie televisive messe a disposizione sui servizi in streaming cui si è abbonati, in un unico posto e tenendo traccia delle cose già viste per suggerirne di nuove. L’applicazione realizza una sorta di catalogo aggregato, con i contenuti delle varie app per gli streaming, eliminando la necessità di dovere aprire ogni volta un’app diversa per trovare qualcosa da vedere. Nel servizio per ora non è però compreso Netflix, il più grande sistema per vedere film e serie tv in streaming al mondo. L’app TV è disponibile anche per gli iPad e gli iPhone, e la sua disponibilità varia da paese a paese in base agli accordi con i distributori di contenuti: entro fine anno potrà essere scaricata negli Stati Uniti.

apple-tv

Twitter hanno presentato un nuovo sistema per integrare i contenuti in streaming, come gli eventi sportivi, con quelli condivisi dai propri amici tramite i tweet. Si possono quindi leggere i contenuti di Twitter su un programma mentre lo si sta guardando in televisione, senza la necessità di tenere davanti il proprio smartphone o tablet.

apple-tv-twitter

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.