Una modella sfila per Kenzo alla Settimana della moda di Parigi, 3 ottobre 2016 (Pascal Le Segretain/Getty Images)
  • Moda
  • giovedì 6 Ottobre 2016

I piedi delle modelle

Infilati in décolleté altissime o sandali rasoterra, arrossati e con qualche cerotto alla caviglia, e molto fotografati alle sfilate delle ultime Settimane della moda

Una modella sfila per Kenzo alla Settimana della moda di Parigi, 3 ottobre 2016 (Pascal Le Segretain/Getty Images)

Si è appena conclusa la stagione delle Settimane della moda di New York, Londra, Milano e Parigi, dove i marchi più importanti hanno presentato le collezioni per la primavera/estate 2017. Le sfilate sono state centinaia, e migliaia le foto e i video che le hanno raccontate: immagini dal backstage con le modelle in attesa o mentre vengono truccate e pettinate, particolari degli abiti appesi sulle grucce, scenografie, invitati, altri giornalisti. Oltre ovviamente al momento della sfilata vero e proprio, con gli abiti sezionati e scomposti in particolari: un anello enorme, una borsetta, la piega di un tessuto, una spallina con il logo della casa di moda, e migliaia di scarpe, dalle forme, linee e altezze più svariate.

E insieme a loro i piedi delle modelle, che sono tra gli strumenti più preziosi del mestiere. Sono forse la parte meno fotografata e più nascosta del loro corpo, che lo avvicina per qualche ferita e imperfezione a quello di noialtri: ogni tanto spunta un cerotto, qualche caviglia arrossata, un polpaccio irritato dalla ceretta, uno smalto leggermente sbavato o qualche dito che spunta in modo sgraziato dal sandalo.