• Media
  • venerdì 9 Settembre 2016

L’editoriale del nuovo direttore di Pagina99

Enrico Pedemonte, che in passato si è occupato di cose digitali per il gruppo Espresso, si è presentato con un articolo in cui spiega di voler fare «un giornale utile»

Il settimanale Pagina99 ha da questo numero un nuovo direttore, Enrico Pedemonte: 66 anni, tra i fondatori delle attività digitali del gruppo Espresso, giornalista e studioso delle cose dell’informazione. Pedemonte, che ha annunciato una maggiore presenza del giornale su internet, si è presentato con questo breve editoriale nel numero che esce oggi nelle edicole: dalla settimana prossima Pagina99 uscirà il sabato.

Alcune settimane fa, quando l’editore mi ha offerto la direzione di pagina99 che già avevo curato nei suoi primi mesi di vita, un paio d’anni fa, ho impiegato solo pochi minuti per accettare.

Ho pensato alle difficoltà di progettare un settimanale di carta negli anni della crisi dei giornali cartacei: viviamo in un’epoca in cui il flusso ininterrotto di informazioni che rimbalza sui cellulari satura l’attenzione dei lettori, e  in cui la frammentazione delle fonti crea un rimbombo nel quale il cittadino stenta a orientarsi, una nebbia indistinta che spesso rende difficile decifrare la realtà. Mi sono chiesto se in questa fase della nostra storia ci sia ancora spazio per un settimanale di approfondimento. E proprio per questo ho deciso di accettare la scommessa.

(continua a leggere sul sito di Pagina99)