(AP Photo/Helder Santos)
  • Mondo
  • mercoledì 10 Agosto 2016

Le foto degli incendi a Madera

Vanno avanti da giorni sull'isola portoghese: tre persone sono morte e una è dispersa

(AP Photo/Helder Santos)

Da due giorni ci sono dei grandi incendi sull’isola di Madera, che appartiene al Portogallo e si trova al largo delle coste del Marocco: almeno tre persone sono morte, una è dispersa e altre due sono gravemente ferite. Gli incendi sono stati provocati dalle alte temperature degli ultimi giorni, e si sono concentrati nella zona nord ovest dell’isola, ma sono arrivati fino alla periferia del capoluogo Funchal, che è stato coperto da una grande nuvola di fumo. Mille persone tra turisti e residente sono state evacuate da hotel e abitazioni, e in tutto sono bruciate trenta case e un albergo a cinque stelle. Alle persone che lavorano a Funchal è stato consigliato di non andare a lavorare.

Le tre persone morte erano tre anziani, rimasti soffocati dal fumo in due case diverse. Oltre trecento persone sono state ricoverate per aver respirato fumo o per ustioni minori. I vigili del fuoco hanno detto che gli incendi sono particolarmente difficili da spegnere perché le foreste sono fitte e ci sono pendii molto ripidi, ma ci si aspetta che possano in parte diminuire se le temperature scenderanno nelle prossime ore, come dicono le previsioni meteo.

Anche il resto del Portogallo, soprattutto nelle regioni settentrionali, è stato interessato da molti incendi negli ultimi giorni, per un totale di 149, ha detto la protezione civile portoghese, di cui 11 particolarmente pericolosi. Quattromila pompieri, 26 aerei antincendio e 1262 veicoli sono al lavoro per spegnerli. È abbastanza normale che ad agosto ci siano molti incendi in Portogallo, perché le temperature sono alte, ci sono forti venti e la vegetazione è secca. Nella zona intorno alla città di Viseu un’autostrada è stata chiusa, mentre a Lisbona martedì si sentiva odore di fumo proveniente dalle foreste incendiate intorno alla città.