Roma di notte, silenziosa e insolita

Piazze, statue, scorci solitamente affollati, nelle fotografie notturne di Federico Scarchilli

Federico Scarchilli è un fotografo italiano di 25 anni che si occupa soprattutto di architettura e paesaggi. Nel 2014 ha iniziato il progetto “The Dark Side of the city” in cui fotografa strade, palazzi, scorci delle città resi misteriosi, inquietanti e senza tempo dalla notte: dopo aver esplorato Venezia, si è spostato nei Paesi Bassi, in India e infine a Roma, dove piazze e vicoli che abbiamo visto centinaia di volte affollati e frenetici diventano silenziosi e quasi arcaici.

Scarchilli ha spiegato al Post che il progetto è «un lungo viaggio in solitudine, attraverso palazzi, chiese, templi e piazze» con l’obiettivo di «testimoniare un fascino smarrito nel tempo».

«Il silenzio di cui sono a caccia lo trovo solamente dentro la città; perché i centri urbani sono lì, che di giorno accumulano tutto il caos, accolgono quell’infinito brulicare di persone, l’andirivieni del traffico continua a scorrere ininterrottamente come la corrente di un fiume e poi improvvisamente avviene la magia: arriva la notte; che porta via tutti i suoni, demolisce la frenesia e tutto viene sciolto in un’inaspettata staticità, il tempo si congela, ed è in questo momento che ogni edificio disperde l’energia trattenuta durante il giorno».

Altre fotografie notturne di Roma si possono guardare sul sito di Scarchilli, dove si trovano anche quelle delle altre città che ha ritratto.

Mostra commenti ( )