Higuain fra i tifosi della Juventus (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

Higuaín si era stufato di De Laurentiis

«Non avevo voglia di stare un minuto in più con lui» ha detto nella prima conferenza stampa da giocatore della Juventus

Higuain fra i tifosi della Juventus (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

Giovedì pomeriggio si è tenuta allo Juventus Stadium di Torino la conferenza stampa di presentazione del nuovo attaccante della Juventus Gonzalo Higuaín, uno dei centravanti più forti del mondo, comprato dal Napoli per 90 milioni di euro grazie ad una clausola risolutiva presente nel suo contratto, e quindi senza una vera trattativa tra le due squadre. Higuaín ha ringraziato la sua vecchia società e il suo ex allenatore Maurizio Sarri ma ha parlato abbastanza male del presidente Aurelio De Laurentiis, citandolo come il motivo principale per cui ha scelto di lasciare Napoli per andare alla Juventus.

Era un problema che io non avevo più un rapporto con lui, più chiaro è impossibile. Lui non è stato bene con me e io non avevo più rapporti con lui. Non avevo voglia di stare un minuto in più con lui


Higuaín ha 28 anni ed è uno dei centravanti più forti del mondo. Lo scorso maggio aveva segnato tre gol nell’ultima partita della stagione di Serie A, diventando il miglior capocannoniere in un campionato di Serie A a 20 squadre, con 36 gol realizzati in 35 partite. Il Napoli lo aveva comprato nel luglio del 2013 per 38 milioni dal Real Madrid, squadra con cui aveva giocato dal 2007. Il suo trasferimento alla Juventus è il più costoso nella storia del campionato italiano e il terzo al mondo, dopo il passaggio di Gareth Bale al Real Madrid e quello di Cristiano Ronaldo, sempre al Real Madrid. La Juventus pagherà i 90 milioni della clausola in due rate e Higuaín guadagnerà 7,5 milioni a stagione.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.