(Vittorio Zunino Celotto/Getty Images for Kering)

Susan Sarandon ha detto cose molto pesanti su Woody Allen

«Credo che abbia aggredito sessualmente una bambina»

(Vittorio Zunino Celotto/Getty Images for Kering)

Durante un incontro organizzato dalla rivista Variety al Festival del cinema di Cannes, in corso in questi giorni, alla nota attrice americana Susan Sarandon è stato chiesto un commento su una recente dichiarazione del regista e attore americano Woody Allen. Qualche giorno prima Allen aveva spiegato di non avere idee per un film che racconti la storia d’amore fra un uomo e una donna più grande di lui (Allen è accusato da anni di mostrare nei suoi film storie d’amore fra uomini e ragazze molto più giovani, ed è notoriamente sposato con Soon-Yi Farrow Previn, che ha 35 anni meno di lui e che era la figlia adottiva dell’ex moglie di Allen, Mia Farrow).

Sarandon prima ha risposto in modo molto netto e freddo – «non ho niente di buono da dire su Woody Allen, credo che non dovremmo parlarne» – e dopo l’insistenza di una spettatrice ha specificato:

«Credo che abbia aggredito sessualmente una bambina, e che questo non sia giusto»

Sarandon si riferisce alle accuse che da anni girano sul conto di Allen, avanzate dalla figlia adottiva Dylan Farrow (avuta assieme all’attrice Mia Farrow). Le accuse sono tornate a circolare negli ultimi anni, dopo che nel 2014 Dylan Farrow ha scritto una lettera aperta parlando esplicitamente degli abusi subiti nel 1992, quando aveva sette anni. Allen ha sempre negato ogni accusa. Ronan Farrow, giornalista e fratello di Dylan Farrow, la settimana scorsa ha scritto un articolo sullo Hollywood Reporter esortando i giornali americani a dare maggiore credito alle accuse di Farrow.