(Mirco Lazzari gp/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 8 Maggio 2016

MotoGP, Lorenzo ha vinto il Gran Premio di Francia

Lo spagnolo della Yamaha è arrivato davanti a Valentino Rossi e Maverick Vinales

(Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Aggiornamento: Jorge Lorenzo, spagnolo della Yamaha, ha vinto il Gran Premio di Francia di MotoGP. Per lui è la seconda vittoria in questa stagione. Rossi è arrivato secondo e Maverick Vinales, spagnolo della Suzuki, è arrivato terzo. Marc Marquez e Andrea Dovizioso sono caduti entrambi quando erano da poco stati sorpassati da Rossi e si trovavano in terza e quarta posizione. L’ordine d’arrivo del Gran Premio è qui.

***

Il Gran Premio di MotoGP di Francia, che è il quinto del Motomondiale e si corre sul circuito Bugatti di Le Mans è iniziato alle 14. In pole position è partito spagnolo della Yamaha Jorge Lorenzo e con lui in prima fila c’erano Marc Marquez, spagnolo della Honda, e Andrea Iannone, italiano della Ducati. Valentino Rossi, che corre per la Yamaha, è partito dal settimo posto. Nella classifica del Motomondiale, Marquez è primo con 82 punti, Lorenzo è secondo con 65 punti e Rossi terzo con 58 punti. Il favorito a Le Mans è Lorenzo: parte dalla prima posizione e da quando la MotoGP è arrivata su questo circuito è quello che è andato meglio. Rossi ha invece avuto molti problemi di messa a punto: sul sito Snai una sua vittoria è quotata 7 a 1.

La griglia di partenza del Gran Premio di Francia

Lorenzo è stato il primo pilota nella storia della MotoGP a fare un tempo inferiore al minuto e 32 secondi. Iannone ha fatto il suo giro veloce in un minuto 32 secondi e 416 millesimi e tutti i primi nove piloti in griglia di partenza hanno fatto un tempo inferiore al minuto e 33 secondi. Dopo le qualifiche, Rossi ha detto: «Avevo il potenziale per i primi cinque posti, ma ho sbagliato: come passo non sono messo male, ma dalla terza fila è difficile. Non sarà facile né con le Ducati, né con gli altri, anche perché Lorenzo e Marquez mi pare che ne abbiano di più».

1. Lorenzo J. (Yamaha)
2. Marquez M. (Honda)
3. Iannone A. (Ducati)
4. Espargaro P. (Yamaha)
5. Dovizioso A. (Ducati)
6. Smith B. (Yamaha)
7. Rossi V. (Yamaha)
8. Vinales M. (Suzuki)
9. Crutchlow C (Honda)
10. Petrucci D. (Pramac)

Le Mans e i motori

Quando si pensa a circuiti e motori, Le Mans è uno dei primi posti che viene in mente. È una città di 150mila abitanti nel nord della Francia e qui ogni anno si corre la 24 Ore di le Mans, la più famosa gara automobilistica di durata al mondo. La gara è famosa anche per un omonimo film del 1971 con Steve McQueen: quando uscì andò malissimo ma con gli anni è diventato un film di culto per gli appassionati di auto, e di McQueen.

La 24 Ore di Le Mans si corre sul circuito de la Sarthe, che è lungo più di 13 chilometri e fu costruito nel 1923. Il Gran Premio di Francia di MotoGP si corre invece sul circuito Bugatti, che è lungo poco più di quattro chilometri e fu costruito nel 1965 all’interno del circuito de la Sarthe. La pista del circuito Bugatti è piuttosto stretta e ha alcune curve che obbligano i piloti a fare brusche frenate. Ci sono cinque curve a sinistra e nove a destra; il rettilineo principale è lungo 679 metri. I circuiti Bugatti de la Sarthe condividono la parte dei box e alcuni tratti della pista.

La Formula 1 ha corso a Le Mans una sola volta, nel 1967. Il circuito ha invece ospitato molte edizioni del Gran Premio di Francia di motociclismo e dal 2002 a oggi ha fatto sempre parte del calendario della MotoGP. Le Mans è famosa anche per il più grave incidente della storia dell’automobilismo: l’11 giugno 1955 morirono più di 80 persone dopo che un’auto fini sulle tribune a seguito di un incidente.

Il mercato piloti

In questi giorni si sta parlando molto del mercato piloti. Qualche settimana fa Lorenzo, che ora guida una Yamaha, ha firmato un contratto con la Ducati, dove andrà dalla prossima stagione del Motomondiale. Questo vuol dire che uno tra i due attuali piloti Ducati – Iannone e Dovizioso – dovrà lasciargli il posto. La Ducati farà sapere nei prossimi giorni chi dei due sarà confermato. Nelle prime gare del Motomondiale, Dovizioso è sembrato andare meglio ma è stato molto sfortunato: in due Gran Premi è caduto per colpa di un altro pilota (una volta Iannone e una volta Pedrosa) e nel Gran Premio di Spagna si è dovuto ritirare per un problema alla moto.

Quello che è sicuro è che per ora c’è un posto libero in Yamaha. Gli esperti di MotoGP dicono che potrebbe andarci Pedrosa e che vorrebbe andarci Vinales. Chiunque andrà in Yamaha lascerà libera una moto e questo farà partire una serie di cambi di scuderia tra i più importanti piloti di MotoGP. I prossimi Gran Premi saranno quindi importanti perché – oltre che per la classifica – serviranno ai piloti per convincere le scuderie a prenderli o tenerli. In più dall’anno prossimo in MotoGP ci sarà anche la KTM, un’azienda motociclistica austriaca che non ha ancora deciso a chi far guidare le sue moto.

Il Gran Premio di Francia in tv e in streamaing

Il Gran Premio di Francia si potrà seguire su Sky Sport MotoGP HD (il canale 208 di Sky) e in streaming su Sky Go dalle 14. Oltre che su Sky Sport – che trasmetterà in diretta tutti i Gran Premi di MotoGP di questa stagione – il Gran Premio di Francia sarà trasmesso anche in chiaro su TV8, il canale 8 del digitale terrestre.