L'allenatore del Crotone Ivan Jurić viene sollevato dai giocatori della squadra al termina di Modena-Crotone (ANSA/ELISABETTA BARACCHI)
  • Sport
  • sabato 30 Aprile 2016

Il Crotone è in Serie A per la prima volta nella storia

È stata una delle sorprese del campionato di Serie B, anche perché durante il calciomercato non ha speso quasi niente

L'allenatore del Crotone Ivan Jurić viene sollevato dai giocatori della squadra al termina di Modena-Crotone (ANSA/ELISABETTA BARACCHI)

Venerdì 29 aprile il Crotone, la squadra di calcio dell’omonima città della Calabria, ha ottenuto la promozione matematica nella Serie A grazie al pareggio per 1-1 contro il Modena. Il Crotone ha accumulato 13 punti di vantaggio sul Trapani terzo in classifica, che deve giocare ancora quattro partite ma non può più raggiungere il Crotone (si qualificano matematicamente le prime due). È la prima volta nella sua storia che il Crotone si qualifica per la Serie A.

Il Crotone è da settimane primo in classifica in Serie B, sebbene un po’ a sorpresa: gli osservatori stimavano che la squadra più forte del torneo fosse il Cagliari, che però al momento è secondo. Il Crotone è l’unica squadra del campionato che non ha mai passato un periodo particolarmente negativo nel corso della stagione ed è stata sempre nelle prime posizioni. Gioca con un 3-4-3 molto compatto: ha la difesa migliore del campionato, con soli 32 gol subiti in 39 partite, e il secondo miglior attacco del torneo. L’allenatore è il 40enne croato Ivan Jurić, che dal 2001 al 2006 giocò proprio nel Crotone prima di passare gli ultimi anni di carriera al Genoa, dal 2006 al 2010. Jurić è alla sua seconda esperienza da allenatore dei professionisti: negli anni scorsi era stato viceallenatore del Palermo e allenatore della primavera del Genoa, mentre nella scorsa stagione aveva allenato in Lega Pro il Mantova, con risultati mediocri.

In un articolo celebrativo sulla promozione del Crotone, la Gazzetta dello Sport fa notare che la rosa di quest’anno è stata formata quasi senza spendere soldi: moltissimi giocatori sono stati acquistati mentre erano senza squadra, come l’esperto attaccante 32enne Raffaele Palladino e l’ala 24enne Adrian Stoian, e tanti altri sono arrivati in prestito da Inter, Juventus, Fiorentina e Roma (come l’attaccante Federico Ricci dalla Roma e il centrocampista Leonardo Capezzi dalla Fiorentina). Il giocatore più forte della rosa è l’attaccante croato 24enne Ante Budimir, acquistato in estate dalla squadra tedesca di Serie B del St.Pauli. In questa stagione Budimir ha segnato 16 gol, è il terzo miglior marcatore della Serie B e nei mesi scorsi si è parlato molto di un presunto interessamento a lui di diverse grandi squadre europee.