(ANSA/CLAUDIO ONORATI)
  • Cultura
  • domenica 14 Febbraio 2016

Breve storia degli Stadio, i vincitori di Sanremo

Sono in giro dalla fine degli anni Settanta, per anni hanno collaborato con Lucio Dalla: le cose da sapere e le loro migliori canzoni

(ANSA/CLAUDIO ONORATI)

Gli Stadio, una band italiana in giro dalla fine degli anni Settanta, hanno vinto un po’ a sorpresa l’ultima edizione del Festival di Sanremo, presentando la canzone “Un giorno mi dirai”. Gli Stadio si sono presentati al Festival di Sanremo 2016 con una canzone molto simile a quella che l’anno scorso non aveva passato le selezioni preliminari, e solo negli ultimi giorni sono stati considerati fra i favoriti per la vittoria finale. Gli Stadio erano un po’ spariti negli ultimi anni, e il 12 febbraio hanno pubblicato il loro primo disco da cinque anni a questa parte: a detta di molti le loro canzoni migliori sono comunque uscite nel corso degli anni Ottanta.

Per lungo tempo la storia degli Stadio è stata legata al cantautore Lucio Dalla, morto nel marzo del 2012. I membri originari degli Stadio suonavano infatti coma band di accompagnamento di Dalla già dalla fine degli anni Settanta. Le prime due canzoni a loro nome – “Grande figlio di puttana” e “Chi te l’ha detto” – uscirono nel 1981. Negli anni seguenti ci furono diversi cambiamenti di formazione, dovuti fra le altre cose ai frequenti impegni di alcuni membri della band con Dalla, il quale comunque collaborò a lungo con gli Stadio (così come altri noti cantautori italiani, tra cui Vasco Rossi e Luca Carboni). Negli anni Ottanta gli Stadio pubblicarono in tutto quattro dischi in studio: fra le canzoni più di successo pubblicarono “Acqua e sapone”, “Allo stadio” (che uscirono nel disco del 1984 Acqua e sapone) e “Chiedi chi erano i Beatles”, uscita nello stesso anno in un omonimo EP.

Negli anni Novanta gli Stadio continuarono a pubblicare dischi e a collaborare con altri noti artisti italiani, sebbene la collaborazione con Dalla fu temporaneamente interrotta: nel disco del 1992 Stabiliamo un contatto, la canzone “Per la bandiera” venne scritta da Francesco Guccini, mentre “Libero di cambiare” da Jovanotti.

All’inizio degli anni Duemila gli Stadio pubblicarono un nuovo singolo di successo: “Sorprendimi”, scritta dal noto produttore italiano Savero Grandi e contenuta nel disco Occhi negli occhi.

Oggi gli Stadio sono composti dallo storico cantante Gaetano Currieri (che fa parte della band sin dagli inizi), Andrea Fornili, Roberto Drovandi e Giovanni Pezzoli. Gli Stadio avevano già partecipato diverse volte a Sanremo, nel 1984 – quando però arrivarono ultimi – nel 1986, nel 1999 e nel 2007.