("La pazza gioia")

Il trailer di “La pazza gioia”, il nuovo film di Paolo Virzì

Le due attrici principali sono Valeria Bruni Tedeschi e Michaela Ramazzotti, e a guardarlo viene da pensare a "Thelma & Louise" (ma è tutta un'altra storia)

("La pazza gioia")

Il canale YouTube della casa di distribuzione cinematografica 01 Distribution ha pubblicato il trailer di La pazza gioia, il nuovo film di Paolo Virzì, regista di Ferie d’agostoOvosodo, La prima cosa bella e Il capitale umano. Le attrici principali di La pazza gioia sono Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti, moglie di Virzì dal 2009. Il film è stato girato in Toscana ed è stato definito una “commedia drammatica”. Parlando del suo film, Virzì ha detto che è «una passeggiata fuori da una struttura clinica che si occupa di donne con problemi in quel manicomio a cielo aperto che è l’Italia». 01 Distribution ha presentato così la trama del film:

Beatrice Morandini Valdirana [Bruni Tedeschi] è una chiacchierona istrionica, sedicente contessa e a suo dire in intimità coi potenti della Terra. Donatella Morelli [Ramazzotti] una giovane donna tatuata, fragile e silenziosa, che custodisce un doloroso segreto. Sono tutte e due ospiti di una comunità terapeutica per donne con disturbi mentali, dove sono sottoposte a misure di custodia giudiziaria. Il film racconta la loro imprevedibile amicizia, che porterà ad una fuga strampalata e toccante, alla ricerca di un po’ di felicità in quel manicomio a cielo aperto che è il mondo dei sani.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.