Un uomo compra un biglietto della lotteria Powerball a New York. (KENA BETANCUR/AFP/Getty Images)
  • Mondo
  • mercoledì 13 Gennaio 2016

La lotteria con il jackpot più alto di sempre

Quello di Powerball ha raggiunto 1,5 miliardi di dollari, il più alto della storia tra quelli che possono essere vinti da un solo giocatore

Un uomo compra un biglietto della lotteria Powerball a New York. (KENA BETANCUR/AFP/Getty Images)

Aggiornamento di giovedì 13 gennaio
La lotteria di Powerball è stata vinta da almeno tre biglietti, venduti – scrive Associated Press – in California, Florida e Tennessee. L’account ufficiale della lotteria in California ha scritto su Twitter che il biglietto vincitore è stato comprato a Chino Hills, nella periferia di Los Angeles. Potrebbero non essere gli unici biglietti vincenti dato che si attendono ancora i risultati provenienti da altri stati. Il montepremi di 1,5 miliardi di dollari (quasi 1,4 miliardi di euro) non andrà quindi a un unico giocatore ma sarà spartito tra più vincitori.

***

Mercoledì 13 gennaio negli Stati Uniti verranno estratti i sei numeri vincitori della lotteria Powerball, il cui jackpot ha raggiunto il massimo storico: 1,5 miliardi di dollari (quasi 1,4 miliardi di euro). È il jackpot più alto nella storia di una lotteria americana, e il più alto mai raggiunto nel mondo che possa essere vinto da un solo giocatore: lo scorso dicembre la lotteria El Gordo in Spagna raggiunse un montepremi di oltre 2 miliardi di euro, e un anno prima di circa 2,5 miliardi di euro, che furono però spartiti tra migliaia di vincitori.

Kelly Cripe, una portavoce della Texas Lottery Commission, ha spiegato che il jackpot della lotteria Powerball è diventato così alto per l’alto numero di persone che hanno acquistato i biglietti, e per via del fatto che l’ultimo biglietto vincitore era stato estratto a novembre: da allora il montepremi è sempre aumentato, perché ci sono state solo vincite minori. È comunque molto probabile che il montepremi salga ancora nella giornata di mercoledì, perché la copertura mediatica e l’eccitazione collettiva convinceranno molte più persone del solito ad acquistare un biglietto.

La lotteria Powerball esiste dal 1992 (prima si chiamava con un altro nome), e i biglietti vengono venduti in 44 stati americani (tutti tranne Nevada, Utah, Mississippi, Alabama, Alaska e Hawaii), nel District of Columbia e nei due territori statunitensi del Porto Rico e delle Isole Vergini. È gestita dalla Multi-State Lottery Association, un’associazione creata dalle lotterie dei diversi stati americani per organizzare lotterie più grandi. Le estrazioni si tengono il mercoledì e il sabato quando in Italia è la notte del giorno dopo. Per la lotteria Powerball vengono estratti 5 palline bianche numerate su un totale di 69, più una rossa, chiamata Powerball, su un totale di 26. Giocare i cinque numeri dell’estrazione delle palline bianche costa due dollari, mentre aggiungendo un dollaro si può effettuare una giocata chiamata Power Play, che aumenta tutte le vincite eccetto il jackpot. Per vincere l’intero montepremi bisogna indovinare tutti e cinque i numeri delle palline bianche (in qualsiasi ordine) più quella rossa, ma esistono anche diverse altre combinazioni per vincere premi minori (indovinando solo le cinque palline bianche, ad esempio, si vince un milione di dollari).

Se un giocatore vince il montepremi totale, può scegliere se incassarlo tutto subito o se ricevere pagamenti a rate per 29 anni, con ogni pagamento annuale aumentato del 5 per cento per adattarsi all’inflazione: la cifra di 1,5 miliardi si riferisce proprio alle persone che scelgono questa forma di pagamento, che però quasi nessuno ha mai scelto (solo uno sui 102 vincitori della lotteria Powerball negli ultimi sette anni). Nel caso qualcuno vinca l’attuale montepremi di 1,5 miliardi di dollari e decida di incassarlo subito, riceverebbe circa 930 milioni. La vincita però è soggetta alle tasse: quelle federali, del 25 per cento, ammonterebbero a circa 232,5 milioni di dollari, portando la somma vinta quindi a 697,5 milioni. Vanno però calcolate ancora le tasse dei singoli stati, che variano dallo 0 al 9 per cento. Il Washington Post ha calcolato in quali stati è più vantaggioso e più svantaggioso vincere: lo stato peggiore è quello di New York, dove la tassazione all’8,82 per cento porterebbe la vincita effettiva a 615 milioni di dollari, mentre quelli migliori sono California, Delaware, New Hampshire, South Dakota, Florida, Pennsylvania, Tennessee, Texas, Washington, Wyoming, Porto Rico e Isole Vergini, dove non viene applicata nessuna tassazione. Le probabilità di vincere il montepremi totale della lotteria Powerball sono circa di una su 292 milioni.