Il padiglione della Bielorussia e quello della Malesia (Corrado Dina).
  • Italia
  • martedì 29 Dicembre 2015

Le foto di Expo smontata

Alcuni padiglioni sono stati letteralmente sventrati dalle ruspe, altri vengono smontati a strati: le foto sono state pubblicate su un gruppo Facebook

Il padiglione della Bielorussia e quello della Malesia (Corrado Dina).

Nelle ultime settimane sul gruppo Facebook “Smontaggio Expo” alcune persone stanno condividendo delle fotografie scattate all’interno dell’area dove fino al 31 ottobre si è tenuto Expo 2015, l’esposizione universale di Milano. A partire dall’inizio di novembre Expo ha chiesto ai responsabili dei vari padiglioni di portare via gli arredi e gli oggetti che desideravano conservare: dopo questa fase nell’area di Expo sono arrivati centinaia di operai che hanno iniziato a smontare e demolire i padiglioni (quelli che non verranno mantenuti o conservati per essere ricostruiti altrove) e le altre strutture dell’esposizione. Da gennaio il numero di operai aumenterà, arrivando fino a duemila. Entro marzo le operazioni di smontaggio dovrebbero essere finite. Nelle fotografie, scattate tra gli altri da Elena Galimberti, Marco Brian De Tommaso e Corrado Bina, si vedono i padiglioni sventrati dalle ruspe, le strade deserte e quello che rimane all’interno delle zone espositive (poco).