(Sebastian Reuter/Getty Images)
  • Moda
  • lunedì 28 Dicembre 2015

Helmut Newton per le riviste di moda

Una mostra a Berlino espone le fotografie realizzate dal 1956 al 1998 dal celebre fotografo di nudi in bianco e nero

(Sebastian Reuter/Getty Images)

Helmut Newton è stato uno dei più importanti fotografi di moda del Novecento, particolarmente famoso per i nudi in bianco e nero. Newton però iniziò a scattarli solo nel 1980: prima si fece conoscere soprattutto per le fotografie di moda pubblicate su importanti riviste del settore, come Vogue, Elle, Harper’s Bazaar, Marie Claire. La Fondazione Helmut Newton a Berlino ospita, fino al 22 maggio 2016, la mostra Pages From the Glossies, dedicata alle fotografie realizzate da Newton per le riviste di moda dal 1956 al 1998: sono accompagnati dalle pagine originali dei giornali che le hanno pubblicate, con le stesse didascalie, gli stessi titoli e persino il numero della pagina. In tutto sono esposte più di 230 pagine di riviste e circa 500 fotografie.

La mostra è stata organizzata in occasione della riedizione, a cura della casa editrice Taschen, del libro Pages From the Glossies, che raccoglie le fotografie realizzate da Newton per le riviste, pubblicato per la prima volta nel 1998. La mostra ospita anche alcuni lavori a colori di Greg Gorman, altro fotografo specializzato in servizi per riviste, non solo di moda (ha lavorato per Esquire, GQ, Interview, Life, Vogue, Newsweek, Rolling Stone, Time, Vanity Fair).

Helmut Newton è lo pseudonimo di Helmut Neustädter. Nacque nel 1920 a Berlino ma nel 1938, a seguito delle leggi razziali, lasciò la Germania e si imbarcò a Trieste per Singapore, dove iniziò a lavorare come fotografo. Visse a Parigi, a Montecarlo, a Melbourne – dove nel 1946 aprì il suo primo studio – e a Los Angeles; lavorò per alcuni dei più grandi periodici del tempo, Vogue su tutti, occupandosi soprattutto di moda. È morto nel 2004 a 84 anni.