(ANSA/ANGELO CARCONI)
  • Italia
  • lunedì 21 Dicembre 2015

Il blocco auto delle targhe alterne a Roma, chi può circolare e chi no

Si fermano prima i vecioli con le targhe dispari e poi quelli con le pari, ma ci sono delle deroghe

(ANSA/ANGELO CARCONI)

È stato istituito un blocco delle auto e dei mezzi a due ruote a targhe alterne a Roma per lunedì 21 e martedì 22 dicembre. Lunedì non possono circolare i veicoli con targhe dispari (quelle che hanno come ultima cifra della targa un numero dispari), martedì non possono circolare quelli con targhe pari. Per entrambi i giorni  il blocco inizia alle 7 e 30 e dura fino alle 20 e 30: ci son quattro ore di sospensione, fra le 12 e 30 e le 16 e 30 in cui si può circolare liberamente. Il blocco è stato deciso a causa degli alti livello di inquinamento a Roma di questo periodo: a dicembre ci sono già stati molti altri blocchi del traffico con le targhe alterne: l’ultimo si è tenuto giovedì 17 dicembre per le targhe dispari e venerdì 18 per quelle pari. Non esiste un calendario fisso per sapere quando saranno i prossimi perché vengono decisi in base al livello di inquinamento.

Chi può circolare durante il blocco

Il divieto di circolazione si applica solo all’interno della cosiddetta “fascia verde”, che però sostanzialmente comprende quasi tutta l’area della città, salvo alcune zone periferiche. Per alcuni veicoli è comunque possibile circolare, a tutte le ore e prescindere dal numero di targa: anzitutto i veicoli di car sharing e car pooling (ad esempio le Car2Go e le auto Enjoy), poi le auto con contrassegno per i disabili, le auto elettriche, quelle ibride, a metano e GPL. Possono circolare liberamente anche le auto Euro 6 (anche quelli a benzina) e i motorini Euro 2, se hanno un motore quattro tempi, e le moto Euro 3, sempre se hanno un motore quattro tempi. A prescindere che l’ultimo numero di targa sia pari o dispari, la circolazione è vietata oggi ai veicoli benzina Euro 0 e Euro 1 e a quelli diesel Euro 0, 1 e 2.

Il territorio della “fascia verde”, l’immagine si ingrandisce cliccandoci sopra.

fascia-verde-roma