• Mondo
  • sabato 19 Dicembre 2015

La buffa campagna del governo di uno stato australiano contro l’abuso di marijuana

Mostra un bradipo che reagisce confusamente e lentamente a normali situazioni di vita quotidiana: sta girando parecchio ed è stato preso molto in giro

Il governo dello stato australiano del New South Wales ha diffuso una campagna contro l’abuso della marijuana utilizzando tre video con protagonista un bradipo, apparentemente strafatto di erba. I video sono stati diffusi da un sito e da una pagina Facebook intitolati allo Stoner Sloth (“bradipo strafatto”, più o meno). I video sono diventati virali, così come l’hashtag #StonerSloth: mostrano situazioni di vita quotidiana – una festa, una cena in famiglia, una lezione in classe – in cui il bradipo “strafatto” è troppo confuso per reagire o rispondere a chi gli sta intorno. Più o meno come un adolescente che abusa di marijuana, nell’intenzione degli autori dei video. A causa della loro assurdità, poco dopo la loro diffusione i video sono stati molto presi in giro e scambiati da alcuni utenti per una parodia.

Un portavoce del governo del New South Wales ha detto a Mashable che la campagna «è stata studiata per incoraggiare un comportamento positivo nei ragazzi prima che inizino a sviluppare cattive abitudini, e a smettere di fumare marijuana prima di diventarne dipendenti». In Australia l’utilizzo, il possesso e la vendita della marijuana sono vietati per legge, sebbene siano stati decriminalizzati in alcuni stati (fra cui però non il New South Wales).