(Thierry Chesnot/Getty Images)
  • Moda
  • venerdì 18 Dicembre 2015

In Francia le modelle avranno bisogno del certificato medico per sfilare

Lo richiede una nuova legge: devono dimostrare che sono in buona salute e che non sono troppo magre

(Thierry Chesnot/Getty Images)

Giovedì 17 dicembre l’Assemblea nazionale francese, il ramo più importante del parlamento, ha approvato una proposta di legge che obbliga modelle e modelli ad avere un certificato medico che attesti il loro stato di salute, valutato su svariati criteri tra cui l’indice di massa corporea (IMC), che indica a partire da peso e altezza se una persona è normopeso, sovrappeso o sottopeso. La violazione della legge è punibile con il carcere, fino a sei mesi, e una multa di 75mila euro. La legge stabilisce anche che le riviste dovranno segnalare quando le immagini che pubblicano sono state ritoccate.

Ad aprile il Senato aveva approvato una precedente versione della proposta di legge, che è stata però modificata dall’Assemblea dopo svariate proteste nel mondo della moda ma non solo. In particolare stabiliva che le modelle non potessero avere un indice di massa corporea inferiore a 18: significa che quelle alte 175 centimetri dovevano pesare almeno 55 chili. La legge stabilisce ora che siano i medici a decidere se una modella è troppo magra in base ad altri criteri oltre all’IMC, come l’età, la costituzione e la struttura ossea.

Il precedente disegno di legge prevedeva anche fino a un anno di carcere e una multa di 10mila euro per chi incoraggiava qualcuno a perseguire un’estrema magrezza. La misura era pensata per contrastare i siti cosiddetti “pro ana”, quelli in cui vengono dati consigli su come perdere peso a ragazze che soffrono di anoressia o bulimia. Anche questo punto era stato molto criticato perché spesso quei siti sono gestiti da persone che soffrono di anoressia e disturbi alimentari: per questo è stato tolto dalla legge definitiva. In Francia le persone anoressiche sono tra le 30 e le 40mila; nove su dieci sono donne.

Provvedimenti simili sono stati approvati anche in altri paesi: dal 2013 in Israele le modelle devono avere un indice di massa corporea non inferiore a 18,5 (secondo l’Organizzazione mondiale della sanità è il parametro sotto il quale una persona è da considerarsi sottopeso) e anche in Italia per sfilare alla settimana della moda di Milano bisogna avere un IMC superiore a 18,5. In Spagna dal settembre 2006 tutte le modelle devono sottoporsi a una visita medica prima di partecipare alle sfilate.