Foto Daniele Leone / LaPresse
  • Italia
  • martedì 24 Novembre 2015

Lo sciopero di Roma TPL di oggi, martedì 24 novembre

Non era stato annunciato e non si sa quanto durerà: sta causando molti disagi soprattutto a Roma Nord

Foto Daniele Leone / LaPresse

Circa 100 autisti dell’azienda Roma Tpl –  la seconda azienda di trasporto pubblico di Roma dopo l’ATAC che si occupa delle linee periferiche della città – stanno scioperando da questa mattina contro un piano di licenziamenti annunciato dalla società. Lo sciopero non era stato annunciato e sta causando diversi disagi tra i viaggiatori; circa 80 linee, questa mattina, non stanno funzionando come dovrebbero. Non è chiaro quando verrà interrotto lo sciopero e quando riprenderà la normale circolazione degli autobus. Le proteste erano già iniziate ieri, lunedì 23 novembre, al deposito di Maglianella, i lavoratori in sciopero hanno impedito il rifornimento degli autobus e la loro uscita dal deposito.

Al momento, secondo il sito Muoversiroma,it, stanno circolando solo le linee 044, 053, 055, 056, 048, 049, 059, 314, 349, 404, 437 e, con qualche problema, anche le linee 218, 702, 767.

Non stanno invece circolando le linee 08, 011, 013, 017, 018, 022, 023, 024, 025, 027, 028, 030, 031, 032, 035, 036, 037, 039, 040, 041, 042, 050, 051, 054, 057, 066, 078, 088, 135, 146, 213, 226, 235, 339, 340, 343, 344, 441, 444, 445, 447, 502, 503, 505, 543, 546, 548, 552, 557, 657, 660, 663, 665, 701, 710, 711, 720, 721, 763, 764, 771, 775, 777, 778, 787, 789, 808, 889, 892, 907, 908, 912, 914, 982, 985, 992, 993, 998, 999, 013D, 701L, 703L, C1, C19.

Valerio Barletta, presidente del municipio XIV, ha parlato con ANSA descrivendo la situazione di questa mattina e parlando di problemi nella gestione di Roma Tpl che vanno avanti da tempo: «Gli autisti della Roma Tpl non percepiscono stipendio da mesi e da mesi sono in mobilitazione. Si tratta di una situazione esasperante: il quadrante di Roma Nord, da Monte Mario in poi, è completamente paralizzato con migliaia di persone a piedi. Questo è ancora più grave perché siamo alla vigilia del Giubileo. Chiediamo al commissario Tronca di intervenire immediatamente».