American Pharoah al Keeneland Race Track di Lexington (Cal Sport Media via AP Images)
  • Sport
  • venerdì 30 Ottobre 2015

L’ultima gara di American Pharoah

Non l'avete mai sentito? È considerato il più forte cavallo da corsa americano degli ultimi quarant'anni e sabato correrà la sua ultima gara

American Pharoah al Keeneland Race Track di Lexington (Cal Sport Media via AP Images)

American Pharoah è un cavallo americano di razza purosangue inglese, considerato come uno dei cavalli da corsa più forti degli ultimi quarant’anni. Lo scorso giugno ha vinto la Triple Crown, il titolo che spetta ai purosangue di tre anni che riescono a vincere le tre competizioni ippiche più importanti degli Stati Uniti. Ha continuato a vincere anche dopo la Triple Crown ma nell’ultima gara è arrivato secondo e in molti si chiedono se la sua carriera sia giunta alla fine troppo presto per essere ricordato come uno dei cavalli più forti di sempre.

American Pharoah è nato nel febbraio del 2012 dal cavallo da corsa Pioneerof the Nile e da Littleprincessemma. Al Maiden Special Weight, la sua prima gara corsa ad agosto dell’anno scorso, si piazzò al quinto posto, deludendo chi già si aspettava una sua prestazione notevole. A settembre del 2014, un mese dopo il quinto posto al Maiden Special Weight, American Pharoah vinse il Del Mar Futurity, una fra le più importanti gare ippiche d’America. Da lì in poi ha vinto tutte e sette le gare a cui ha partecipato, montato dal fantino americano Victor Espinoza.

Fra maggio e giugno di quest’anno American Pharoah è riuscito a vincere la prestigiosa Triple Crown of Thoroughbred Racing (“la triplice corona dei cavalli purosangue da corsa”), dopo essersi piazzato al primo posto nel Kentucky Derby, nel Preakness Stakes e al Belmont Stakes. L’ultimo purosangue da corsa a vincere il titolo fu Affirmed nel 1978: solo dodici cavalli in circa 100 anni di storia ci sono riusciti.

Circa tre mesi dopo la Triple Crown, American Pharoah ha vinto anche l’Haskell Invitational ma è arrivato secondo al Travers Stakes. Quando i purosangue superano il terzo anno di età non hanno più possibilità di vincere la Triple Crown (titolo riservato ai purosangue di tre anni) ma possono partecipare normalmente a tutte le altre gare. Un purosangue in buona forma e senza problemi fisici viene ritirato dalle corse quando si trova nella fase calante della carriera, la cui durata è molto breve e dura al massimo un paio di anni: Secretariat, il secondo cavallo da corsa più forte di tutti i tempi, dopo aver vinto la Triple Crown gareggiò ancora per diversi mesi, in cui alternò primi e secondi posti.

La sconfitta di American Pharoah dopo una lunga serie di vittorie è un chiaro segnale della fine della sua carriera nelle corse. Il proprietario Ahmed Zayat tuttavia ha deciso di far partecipare American Pharoah alla Breeders Cup Classic, una gara che mette in palio circa 5 milioni di dollari, convinto che non sia ancora arrivato il momento del ritiro e ridimensionando la sconfitta di agosto a un incidente di percorso. David Papadopoulos, giornalista di Bloomberg ed esperto di cavalli purosangue, è fra quelli che credono che American Pharoah abbia poche possibilità di vincere la Breeders Cup Classic (in programma questo sabato).

La Breeders Cup Classic esiste dal 1984. Se American Pharoah dovesse vincerla sarebbe il primo cavallo a riuscirci dopo aver ottenuto nello stesso anno anche la Triple Crown.