Il motore di ricerca di Facebook

Il social network ha migliorato molto la sua funzione "cerca" per provare a competere con Twitter e Google sulle notizie

Facebook ha annunciato di avere apportato diverse modifiche alla sua funzione “cerca”, per permettere di trovare più facilmente le storie di cui stanno parlando maggiormente i propri amici o i profili pubblici più famosi. Con la vecchia funzione “cerca” di Facebook era possibile cercare solo profili di altri utenti, pagine, eventi e altre cose prodotte da o su Facebook. Adesso quando si inserirà una parola nel campo di ricerca Facebook proporrà come primi risultati argomenti che contengono la parola digitata e su cui sono stati scritti molti post di recente.

Fra i risultati ci sono anche articoli di giornale che vengono condivisi su Facebook e che possono essere letti direttamente da dentro il social network. Con queste modifiche Facebook tenta di sostituirsi, almeno in parte, al motore di ricerca di Google e soprattutto a Twitter, che finora è il social network principale per la ricerca delle notizie. Per adesso la modifica vale solo negli Stati Uniti e solo per le ricerche in lingua inglese, ma come gli altri aggiornamenti di Facebook dovrebbe essere esteso entro breve agli altri paesi.

Su Facebook vengono compiuti circa 1,5 miliardi di ricerche ogni giorno e i suoi utenti hanno pubblicato in questi anni più di 2mila miliardi di post. Nelle ricerche di Facebook compaiono solo i post pubblici, quindi se non volete che un vostro post capiti fra le ricerche di uno sconosciuto basta impostare quel post con una delle varie opzioni di privacy (Solo amici, Solo io, etc.). Oltre che dal campo “cerca” potrete trovare anche i post relativi a un link che è stato condiviso sul vostro NewsFeed.