• Mondo
  • mercoledì 14 Ottobre 2015

Il bellissimo rasoio laser che non esiste

Kickstarter ha sospeso una raccolta fondi di cui si era parlato molto e che aveva messo insieme già 4 milioni di dollari

Nelle ultime settimane si è parlato online di una particolare campagna su Kickstarter, il famoso sito per la raccolta fondi (crowdfunding) a sostegno di progetti innovativi e originali. Il progetto in questo caso era la produzione di “Skarp”: un rasoio che avrebbe dovuto usare un laser al posto delle normali lame. Kickstarter, tuttavia, ha sospeso ieri la raccolta fondi, spiegando che il rasoio laser non esiste e che la campagna violava una delle regole fondamentali del sito: essere da subito in grado di mostrare un prototipo funzionante del progetto per cui si stavano cercando finanziamenti.

La campagna per Skarp era il 21 settembre e, grazie anche all’efficacia teoria dell’idea e la molta attenzione ottenuta dal progetto, aveva raccolto circa 4 milioni di dollari prima di essere sospesa. Oltre a un video promozionale in cui i progettisti dello Skarp spiegavano il progetto, infatti, era disponibile un solo video che mostrava il prototipo del rasoio: una specie di video amatoriale, un po’ tremolante, in cui si vedeva un rasoio che riusciva a malapena a tagliare alcuni peli dal dorso di una mano. Kickstarter, come spiega il Guardian, non ha ritenuto che il prototipo dello Skarp fosse abbastanza per garantire che il progetto potesse avere successo e ha sospeso la raccolta fondi. I soldi saranno restituiti a chi li ha donati.