Fidel Castro e Hugo Chavez nell'ottobre 2005. (AP Photo/Granma)
  • Mondo
  • martedì 22 Settembre 2015

Perché Fidel Castro è sempre in tuta?

Che incontri il Papa o altri leader mondiali, da qualche anno l'ex presidente di Cuba si fa vedere solo in tuta da ginnastica (meglio se Adidas)

di Joshua Keating – Slate
Fidel Castro e Hugo Chavez nell'ottobre 2005. (AP Photo/Granma)

Se non avete seguito questi strani anni di Fidel Castro da quando non è più presidente di Cuba, potreste esservi sorpresi nel vederlo indossare una tuta da ginnastica blu della Adidas durante il suo incontro con Papa Francesco. Non avreste dovuto: da quando è andato in pensione, il comodo abbigliamento da ginnastica ha rimpiazzato le tradizionali divise militari verdi come abbigliamento d’ordinanza del leader rivoluzionario.

Castro si mostrò con una tuta per la prima volta quando era ancora presidente, durante la convalescenza successiva a un intervento chirurgico nel 2006. Da quando ha lasciato la presidenza di Cuba nel 2008, ha sporadicamente riutilizzato la vecchia uniforme per qualche evento ma nella gran parte delle altre rare apparizioni pubbliche è rimasto fedele al suo nuovo look da nonno sportivo. Sarebbe stato molto più sorprendente se Castro, che è ateo, avesse indossato giacca e cravatta per incontrare il pontefice. Dopo tutto, Castro ha usato la sua tuta, di solito indossata sopra una camicia button-down, per incontrare altri capi di stato tra cui Benedetto XVI, Vladimir Putin, Xi Jinping, Dilma Rousseff e Francois Hollande. Anche il protége di Castro, Hugo Chavez, ha assecondato il gusto del suo mentore indossando a sua volta una tuta con la bandiera venezuelana durante un incontro a Cuba.

La collezione di Castro include tute Nike, Puma, Fila e Reebok, ma le tute Adidas sembrano essere le sue preferite. Un portavoce della società tedesca nel 2006 disse al New York Times che l’azienda non percepiva la preferenza di Castro «né come positiva né come negativa».

Ma perché Castro si veste come se stesse andando a un torneo di carte tra amici quando invece deve ricevere leader mondiali?

Ci sono alcune possibili spiegazioni. L’ex leader marxista potrebbe ritenere troppo borghese l’abbigliamento formale: anche quando era presidente ha indossato un abito in rare occasioni, preferendo sempre la divisa militare color oliva che simboleggiava il continuo sforzo per la rivoluzione. Potrebbe anche essere una mossa di forza, per rendere evidente ai capi di stato stranieri, molti dei quali erano bambini quando lui prese il potere a Cuba, che non sente nessun obbligo di mettersi elegante per loro quando lo visitano per omaggiarlo.

Oppure potrebbe essere un segno di rispetto per suo fratello Raul, l’attuale presidente: quando Fidel Castro abbandonò la presidenza, molti si chiesero se avrebbe continuato a esercitare il potere da dietro le quinte. Queste tute dicono chiaramente che lui è in pensione e che Raul è il presidente (anche Raul, per la verità, si veste sempre in modo casual rispetto agli standard dei leader mondiali, ma ha scelto giacca e cravatta per accogliere il Papa).

O forse a Fidel Castro piace solo star comodo.

©2015 Slate