Fonte immagine: Facebook

“Mentions”, l’app per lo streaming di Facebook

Era disponibile solo per le persone molto famose, ora può essere usato da chiunque abbia un profilo Facebook verificato: i giornalisti, per esempio

Fonte immagine: Facebook

Facebook permette ora a qualsiasi suo utente con un profilo o una pagina Facebook verificata di usare l’app “Mentions“. Mentions è stata sviluppata proprio da Facebook e permette di mostrare in diretta video quello che si sta facendo, più o meno come avviene con Periscope, l’app per lo streaming di Twitter. Prima “Mentions” era utilizzabile solo da persone molto famose, dalle grandi celebrità: attori, cantanti, sportivi e politici. Adesso potranno usare “Mentions” tutti coloro che – per qualsiasi motivo – hanno un profilo Facebook verificato. I profili verificati sono quelli veri di persone famose e la verifica serve a differenziarli da tutti i profili falsi. Una volta che lo streaming è stato caricato su Mentions, può essere riprodotto dagli utenti anche in un secondo momento, come fosse un video normale. Come avviene su Periscope un video creato con Mentions può essere commentato in diretta streaming.

«Vogliamo migliorare l’esperienza Facebook per i giornalisti, sia se si vuole usarlo come strumento per raccogliere le notizie, come mezzo per comunicare meglio con i lettori o per veicolare i propri contenuti» ha detto Vadim Lavrusik, che si occupa della gestione di “Mentions”. L’app permette agli utenti anche di seguire cosa si sta dicendo su di loro su Facebook, quali sono gli argomenti di cui si sta parlando di più e a chi mostrare i propri contenuti. Prima, per mostrare un contenuto ai propri follower su Facebook, bisognava mostrarlo anche ai propri amici. Facebook ha anche pubblicato qualche consiglio su come usare “Mentions”: è meglio comunicare prima il momento in cui si andrà in diretta; bisogna essere sicuri di avere una buona connessione; è bene descrivere cosa si andrà a mostrare nella diretta streaming.